Ricerca  
domenica 15 settembre 2019 ..:: Newsletter » SRM Newsletter 2008 » SRM Newsletter n. 62 ::..   Login
Il sito www.srmedia.org è stato migrato dal 2010 al nuovo sito www.srmedia.info Sul presente sito non vi sono utenti attivi né precedentemente registrati, e non è più possibile registrarsi Privacy Policy Chi siamo L’indirizzo del nostro sito web è: http://www.srmedia.org. Come abbiamo già specificato, è stato migrato dal 2010 al nuovo sito www.srmedia.info Quali dati personali raccogliamo e perché li raccogliamo Commenti: non è possibile lasciare commenti su questo sito Media: non potete caricare immagini o video su questo sito. Le immagini caricate precedentemente non contengono informazioni sulla posizione. Modulo di contatto Cookie Non è possibile lasciare commenti o accedere con account su questo sito. Non è possibile caricare o modificare articoli su questo sito. Contenuto incorporato da altri siti web: su questo sito non vi sono contenuti incorporati (ad esempio video, immagini, articoli, ecc.) da altri siti web. Analytics Con chi condividiamo i tuoi dati Per quanto tempo conserviamo i tuoi dati Non è possibile inserire commenti a pagine o articoli di questo sito web. Gli utenti non possono registrarsi al nostro sito web. Non esistono informazioni personali su utenti, perché non vi sono utenti registrati. Gli amministratori del sito web non possono quindi vedere e modificare informazioni su eventuali utenti, perché non previsti su questo sito web. Quali diritti hai sui tuoi dati: Non vi sono account, né quindi dati personali su questo sito. Dove spediamo i tuoi dati: non spediamo dati di alcun tipo. Le tue informazioni di contatto pcentofanti@gmail.com Informazioni aggiuntive Come proteggiamo i tuoi dati Quali procedure abbiamo predisposto per prevenire la violazione dei dati Da quali terze parti riceviamo dati Quale processo decisionale automatizzato e/o profilazione facciamo con i dati dell’utente Requisiti di informativa normativa del settore

Conferenza stampa (10.02.2009) per lo STOQ Congress 2009, intervento di S.E. Mons. Gianfranco Ravasi link

Link  altri video, canale video


Chi orienta la scienza
Il Card. Camillo Ruini all'apertura del nono Forum del Progetto culturale promosso dalla Chiesa italiana

Quell'indomabile «caval berbero»
Mons. Gianfranco Ravasi su Galileo Galilei; L'Osservatore Romano


Diecimila difficoltà non fanno un solo dubbio

"Il Big Bang e Darwin? Non possono bastare"
Il Nobel Arno Penzias su La Stampa

Per il prof. Nicola Cabibbo: “la meccanica quantistica è il campo ideale in cui dialogare con i teologi"
La Stampa

Un nuovo punto di partenza tra evoluzione e creazione ?

Il Convegno STOQ Biological Evolution. Facts and Theories
 
Darwin meglio dei suoi nipotini
Mons. Fiorenzo Facchini su Avvenire

Teorie evolutive e Creazione: un nuovo punto di partenza ?
Il Convegno STOQ "Evoluzione Biologica. Fatti e Teorie", presso la Pontificia Università Gregoriana

Galileo. il perspicillo e il messaggio del cielo

La nuova edizione del Sidereus Nuncius
da L'Osservatore Romano, 7 marzo 2009

Vita extraterrestre: le prospettive dell'astrobiologia
Intervista all'astrofisico Costantino Sigismondi

Ravasi: un forte legame tra l'astronomia e la religione
Conferenza stampa di presentazione delle iniziative della Santa Sede per l'Anno Internazionale dell'Astronomia

Il problema non è la teoria ma l'ideologia
P. Marc Leclerc sull'Osservatore Romano

Ludovico Galleni: l'evoluzione, da Mendel alle teorie della biosfera
Intervista di Paolo Centofanti, SRM; parte 2

Il "caso Galileo" occasione di dialogo
da L'Osservatore Romano, 31 gennaio 2009

Iniziative della Santa Sede per l'Anno Internazionale dell'Astronomia

Ma la biologia non spiega tutto l'uomo
da L'Osservatore Romano, 1 febbraio 2009

Ludovico Galleni: tra teorie evolutive e fede non c'è incompatibilità
Intervista Prof. Ludovico Galleni, di Paolo Centofanti, SRM; UPRA, 16 gennaio 2009 - parte 1

La rivoluzione di Galileo quattrocento anni dopo
da L'Osservatore Romano, 30 gennaio 2009

Uno sguardo sempre più preciso sui misteri del cosmo
da  L'Osservatore Romano, 30 gennaio 2009

L'agnostico che guardava alla grandiosità della natura
da L'Osservatore Romano,  12 febbraio 2009

Fede e scienza hanno bisogno l'una dell'altra
La conferenza stampa di presentazione del convegno internazionale sull'evoluzione biologica promosso dal Pontificio Consiglio della Cultura
Marilena Amerise su L'Osservatore Romano

Tempo Universo e Buchi Neri
Conferenza del prof. Costantino Sigismondi, e intervista di Paolo Centofanti, SRM



link  News precedenti


 

Papa Benedetto XVI: rafforzare il dialogo tra scienza e fede contro la minaccia della secolarizzazione

E' il dialogo tra scienza e fede, insieme ai “valori alti dell’esistenza”, che possono consentire di affrontare e vincere la sfida della Chiesa con la secolarizzazione, ha affermato il Pontefice durante l'udienza per i partecipanti all'Assemblea Plenaria del Pontificio Consiglio, il 7 marzo scorso. In questo dialogo, ha proseguito, “la fede suppone la ragione e la perfeziona, e la ragione, illuminata dalla fede, trova la forza per elevarsi alla conoscenza di Dio e delle realtà spirituali”.

Il Santo Padre si è augurato che il “dialogo continui nella distinzione delle caratteristiche specifiche della scienza e della fede”; ciascuna di queste due discipline, ha spiegato, “ha propri metodi, ambiti, oggetti di ricerca, finalità e limiti, e deve rispettare e riconoscere all’altra la sua legittima possibilità di esercizio autonomo secondo i propri principi; entrambe sono chiamate a servire l’uomo e l’umanità, favorendo lo sviluppo e la crescita integrale di ciascuno e di tutti”.

Link Radio Vaticana - H2O - Il Giornale - Korazym - Reuters



Papa Benedetto XVI: "L'uomo rimane uomo con tutta la sua dignità, anche quando è un embrione o in stato di coma".

Questo uno dei punti principali dell'omelia del Santo Padre, durante la messa con i giovani del Centro Internazionale San Lorenzo, il 9 marzo scorso.

Il Pontefice ha così nuovamente affermato la costante dignità dell'essere umano, dal concepimento alla morte, che “ha sete di conoscenza dell'infinito, vuole arrivare alla fonte della vita, vuole trovare la vita stessa”. E così la scienza, che dell'uomo è una delle più alte espressioni intellettuali, “è una grande lotta per la vita”; “tutta la medicina – ha spiegato -è una lotta della vita contro la morte".

Link Omelia - Sito Vaticano - H2O - Romasette - ANSA

Il Giornale - Reuters




L'Assemblea Plenaria del Pontificio Consiglio della Cultura

Si è svolta nei giorni scorsi, dal 6 all'8 marzo, l'Assemblea Plenaria del Pontificio Consiglio della Cultura, incentrata sul tema "La Chiesa e la sfida della secolarizzazione".

Nel suo discorso di saluto a Papa Benedetto XVI, durante l'udienza per i partecipanti all'Assemblea, Mons. Gianfranco Ravasi, Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, ha parlato dei rischi e delle sfide della secolarizzazione che spinge i cristiani a sminuire “la propria identità spirituale e culturale in un modello capace di spegnere il fremito della fede, di snervare l’ardore della carità, di annebbiare la ricerca della verità”.

Fortunatamente, però “la Chiesa ha davanti a sé, proprio in quella città secolarizzata, spazi aperti per far germogliare un nuovo umanesimo cristiano e per far brillare una fede autentica, limpida e pura”. Spazi in cui potrà “risuonare in modo nuovo e incisivo la Parola di Dio”, in cui “si potranno riproporre con vigore i grandi valori morali e i temi escatologici”, e si potrà e dovrà nuovamente tessere “con rigore e vigore il dialogo rispettoso tra scienza e fede”.

Link Zenit 1 - Zenit 2


Sul tema si è espresso anche, in una intervista a Zenit, Mons. Melchor Sánchez de Toca y Alameda, Sottosegretario del Pontificio Consiglio della Cultura.

"Secolarizzazione – ha spiegato - è un termine complesso": da un lato può avere “un'accezione positiva: il riconoscimento dell'ambito proprio delle realtà umane (lo fa lo stesso Concilio Vaticano II)"; infatti “la politica, l'economia, la scienza hanno leggi proprie”; ma c’è il pericolo di una “deriva verso un secolarismo – la cui accezione è sempre negativa – che è come se tutto si potesse spiegare senza Dio o come se Dio non esistesse".

Però "la Chiesa deve accettare questo ambiente non come un problema o una minaccia, ma come una sfida", in particolare, come ha sottolineato Papa Benedetto XVI, proseguendo il “dialogo della ragione con i non credenti, un dialogo molto aperto e molto positivo con la cultura scientifica".

Link Zenit




Magdi Cristiano Allam: il Pontefice insegna che la ragione è misura della fondatezza della religione

Nei giorni scorsi si è molto parlato del battesimo di Magdi Cristiano Allam, giornalista di origine egiziana, il quale ha sempre sostenuto la necessità del dialogo dell'Islam con la cultura occidentale e le altre religioni, in particolare quella cattolica.

In nome di valori comuni, quali il “riconoscimento della dignità della persona quale fondamento della civile convivenza”, il “rispetto della libertà di scelta”, e in particolare “dell'esercizio incondizionato della libertà religiosa”, Allam ha portato avanti per anni le proprie posizioni, che gli hanno causato anche numerose critiche e problemi anche di sicurezza personale. Il giornalista ha maturato così un percorso umano e spirituale che lo ha portato a riconoscersi pienamente nella fede Cattolica.

Un percorso che, spiega lo stesso Allam in un suo editoriale sul Corriere della Sera, è stato determinato in gran parte dall'insegnamento del Pontefice, della necessità del dialogo tra fede e ragione, e dell'uso della ragione stessa quale misura della fondatezza della propria religione.

Da questo Papa – ha spiegato - ho imparato che l'uso della ragione, l'adozione di parametri valutativi e critici, la verifica della verità scientifica e storica costituiscono la condizione imprescindibile per accertare la fondatezza della bontà di una autentica religione e per perseguire quella Verità che coniughi l'oggettività, l'assolutezza e l'universalità del pensiero laico con la trascendenza propria della fede in Dio”.

Link Corriere della Sera



Il Premio Templeton 2008 a P. Michael Heller

Il Premio, annunciato nel corso di una conferenza stampa lo scorso 12 marzo, sarà consegnato ufficialmente il 7 maggio prossimo dal Duca di Edimburgo, in una cerimonia privata che si svolgerà a Buckingam Palace.

Il Prof. Heller, cosmologo e sacerdote polacco, docente presso la Facoltà di Filosofia della Pontificia Accademia di Teologia di Cracovia, per oltre 40 anni ha studiato le origini dell'universo, elaborando nuovi concetti e teorie originali.

Il Premio Templeton, istituito nel 1972 da Sir John Templeton, è assegnato ogni anno a studiosi viventi che abbiano dato importanti contributi nell'ambito della religione e del rapporto tra scienza e fede.

Link Templeton Prize - Templeton Fonte: Euresis




Il Cardinale Angelo Bagnasco: la Chiesa può e deve denunciare gli eventuali limiti della scienza, senza essere accusata di oscurantismo

Nel suo discorso per l'apertura dei lavori dell'Assemblea Permanente della CEI, il Cardinale Angelo Bagnasco ha affermato che la la Chiesa certamente “ha stima e fiducia nella scienza, come ha stima per quanti si applicano ad indagare l’inconosciuto”, ma ne percepisce e ne deve mostrare anche gli eventuali limiti, in particolare in ambito bioetico.

"La scienza – ha spiegato - è una delle vie fondamentali per conoscere la straordinarietà del creato e avvicinarsi all’insondabile sapienza del Creatore. E tuttavia – ha proseguito, citando un recente discorso del Pontefice - nei laboratori della vita è stata da tempo infranta la barriera posta a tutela della dignità umana".

Link La Stampa



Una Statua di Galileo Galilei nei Giardini Vaticani

Proposto e sostenuto dalla Pontificia Accademia per le Scienze, il monumento sarebbe collocato durante il prossimo anno sulla collina sovrastante la Basilica di San Pietro, presso la Casina di Pio IV.

Oltre che essere un omaggio al “grande Galileo” (così il Pontefice lo ha definito in un recente discorso ai giovani in Piazza San Pietro), membro della Accademia dei Lincei, da cui derivò la Pontificia Accademia per le Scienze, e un visibile segno della sua definitiva “riabilitazione”, potrebbe calmare le polemiche (come quella per la visita del Pontefice a la Sapienza) che hanno voluto sempre presentare Galileo (strumentalmente o per errori storici), come una sorta di “martire” laico di una Chiesa oscurantista e antiscientifica.

Link ANSA





Mónica López Barahona parla delle staminali da cordone ombelicale e dell'esperienza di VidaCord

Cresce la consapevolezza delle possibilità, in campo terapeutico e di ricerca, offerte dalle staminali adulte derivate dal cordone ombelicale; una tecnica senza preclusioni etiche, che permette di curare malattie anche gravi, quali la leucemia.

Non tutti conoscono questa opportunità, come ha spiegato in una intervista ad H2O Mónica López Barahona, direttrice di VidaCord, una delle prime banche del cordone private nel mondo. “Ci aspettiamo che a poco a poco le donne incinte vengano messe al corrente sulle migliori opzioni per un possibile problema di salute dei loro figli”.

Attualmente sono già stati realizzati nel mondo oltre ottomila trapianti.

Link H2O - italiano




Il Libro

Dio? Ateismo della ragione e ragioni della fede

Raccoglie il dialogo tra il Cardinale Angelo Scola, Patriarca di Venezia, e Paolo Flores D’Arcais, filosofo e direttore della rivista MicroMega, nel corso di un incontro all'Università Normale di Pisa.

Il dialogo è un confronto tra credente e un laico, tra un religioso e studioso cattolico, e un intellettuale noto per le proprie posizioni critiche nei confronti della religione; vengono affrontati i temi del rapporto tra scienza e religione e tra fede e scetticismo, dell'evoluzione, della libertà.

Dio? Ateismo della ragione e ragioni della fede

i Grilli, pp. 112, € 9,00

Link Scheda libro Marsilio Editori




Eventi recenti

"Le ragioni dell'ateismo odierno"

Si è svolto il 4 marzo scorso, presso l'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum / Università Europea di Roma l'incontro “Le ragioni dell'ateismo odierno”, presieduto dal Prof. P. Alfonso Aguilar, docente di filosofia presso l’Ateneo, ed organizzato dal Centro Pascal di Roma.

Nell'evento, che ha affrontato il tema della fede e dell'ateismo, sono stati presentati anche alcuni aspetti del rapporto tra scienza e fede, in particolare alcune delle teorie e delle motivazioni alla base di atteggiamenti di scetticismo e di laicismo, quali ad esempio presunte contrapposizioni e inconciliabilità tra ragione e fede, tra evoluzione e religione.

Link UPRA



Master in Scienza e Fede

La Bioetica di fronte alle Biotecnologie

Conferenza del Prof. P. Gonzalo Miranda LC (Ateneo Pontificio Regina Apostolorum), per il ciclo di conferenze "Biotecnologie e questioni bioetiche".

Martedì 1 aprile 2008, dalle 15.30 alle 17.00

Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, Aula Masters

Link Conferenze Master in Scienza e Fede

Link Master in Scienza e Fede



Prossimi Eventi

Master in Scienza e Fede

Demitizzazione della cosiddetta ‘Intelligenza artificiale’

Due conferenze del Prof. Julio Moreno-Dávila (AGSB, Svizzera), per il ciclo di conferenze "Rapporto mente-corpo e intelligenza artificiale"

Martedì 8 e 15 aprile 2008, dalle 15.30 alle 17.00

Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, Aula Masters

Link Conferenza

Link Conferenze Master in Scienza e Fede

Link Master in Scienza e Fede





"Pensare il limite"

Ciclo di incontri a Bologna, presso il Liceo Scientifico Salesiano Beata Vergine di S. Luca.

Mercoledi 12 marzo 2008: “Fare i conti con l’infinito: matematica e filosofia”, con il Prof. Giorgio Israel, docente di Matematica e Storia della Scienza alla Sapienza di Roma.

Giovedì 27 marzo 2008: “Dall’infinitamente grande all’infinitamente piccolo: la cosmologia moderna”, con Flavio Fusi Pecci, direttore dell’Osservatorio astronomico di Bologna

9 aprile 2008: Vincenzo Balzani, docente di Chimica industriale e inorganica dell’Ateneo

16 aprile 2008: “Il proibito e il possibile”, con la psicanalista Vera Ferrarini

21 aprile 2008: “L’esperienza della poesia e della libertà”, con il poeta Davide Rondoni

30 aprile 2008: incontro con l'Ingegner Massimo Majowiecki

5 maggio 2008, incontro con il Prof. Roberto Zanni, docente di Storia

Link Il Resto del Carlino




"E Quindi Uscimmo a Riveder le Stelle. Incontrare la scienza in compagnia di Dante"

Un progetto per portare la scienza nelle scuole, attraverso il confronto tra la scienza stessa e la letteratura, in particolare l'opera di Dante.

Nella Divina Commedia sono infatti numerosi i riferimenti e le citazioni di natura scientifica (in particolare astronomica), e “Dante è guidato da Virgilio e Beatrice in un cammino di conoscenza di se stesso e dell'intero universo.”

Un modo per “riscoprire la dimensione scientifica nello sguardo di Dante Alighieri”, e per porlo come “pietra di paragone preziosa per un rapporto positivo con la realtà tutta, e per rilanciare i motivi profondi che sostengono il lavoro del ricercatore e del metodo con cui si fa scienza”.

Link Euresis




Contacts SRM:


info@srmedia.org

0039-3386284135

skype: paolo.centofanti

www.srmedia.org

www.srmediait.blogspot.com

www.srmedia.blogspot.com


Banner 25x4.jpg

link     SRM Newsletter n. 153

            altri numeri,  pdf o html

 

info e contatti: pcentofanti@gmail.com

Copyright (c) 2000-2009   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2019 by DotNetNuke Corporation