Ricerca  
domenica 15 settembre 2019 ..:: Newsletter » SRM Newsletter 2008 » SRM Newsletter n. 56 ::..   Login
Il sito www.srmedia.org è stato migrato dal 2010 al nuovo sito www.srmedia.info Sul presente sito non vi sono utenti attivi né precedentemente registrati, e non è più possibile registrarsi Privacy Policy Chi siamo L’indirizzo del nostro sito web è: http://www.srmedia.org. Come abbiamo già specificato, è stato migrato dal 2010 al nuovo sito www.srmedia.info Quali dati personali raccogliamo e perché li raccogliamo Commenti: non è possibile lasciare commenti su questo sito Media: non potete caricare immagini o video su questo sito. Le immagini caricate precedentemente non contengono informazioni sulla posizione. Modulo di contatto Cookie Non è possibile lasciare commenti o accedere con account su questo sito. Non è possibile caricare o modificare articoli su questo sito. Contenuto incorporato da altri siti web: su questo sito non vi sono contenuti incorporati (ad esempio video, immagini, articoli, ecc.) da altri siti web. Analytics Con chi condividiamo i tuoi dati Per quanto tempo conserviamo i tuoi dati Non è possibile inserire commenti a pagine o articoli di questo sito web. Gli utenti non possono registrarsi al nostro sito web. Non esistono informazioni personali su utenti, perché non vi sono utenti registrati. Gli amministratori del sito web non possono quindi vedere e modificare informazioni su eventuali utenti, perché non previsti su questo sito web. Quali diritti hai sui tuoi dati: Non vi sono account, né quindi dati personali su questo sito. Dove spediamo i tuoi dati: non spediamo dati di alcun tipo. Le tue informazioni di contatto pcentofanti@gmail.com Informazioni aggiuntive Come proteggiamo i tuoi dati Quali procedure abbiamo predisposto per prevenire la violazione dei dati Da quali terze parti riceviamo dati Quale processo decisionale automatizzato e/o profilazione facciamo con i dati dell’utente Requisiti di informativa normativa del settore

Conferenza stampa (10.02.2009) per lo STOQ Congress 2009, intervento di S.E. Mons. Gianfranco Ravasi link

Link  altri video, canale video


Chi orienta la scienza
Il Card. Camillo Ruini all'apertura del nono Forum del Progetto culturale promosso dalla Chiesa italiana

Quell'indomabile «caval berbero»
Mons. Gianfranco Ravasi su Galileo Galilei; L'Osservatore Romano


Diecimila difficoltà non fanno un solo dubbio

"Il Big Bang e Darwin? Non possono bastare"
Il Nobel Arno Penzias su La Stampa

Per il prof. Nicola Cabibbo: “la meccanica quantistica è il campo ideale in cui dialogare con i teologi"
La Stampa

Un nuovo punto di partenza tra evoluzione e creazione ?

Il Convegno STOQ Biological Evolution. Facts and Theories
 
Darwin meglio dei suoi nipotini
Mons. Fiorenzo Facchini su Avvenire

Teorie evolutive e Creazione: un nuovo punto di partenza ?
Il Convegno STOQ "Evoluzione Biologica. Fatti e Teorie", presso la Pontificia Università Gregoriana

Galileo. il perspicillo e il messaggio del cielo

La nuova edizione del Sidereus Nuncius
da L'Osservatore Romano, 7 marzo 2009

Vita extraterrestre: le prospettive dell'astrobiologia
Intervista all'astrofisico Costantino Sigismondi

Ravasi: un forte legame tra l'astronomia e la religione
Conferenza stampa di presentazione delle iniziative della Santa Sede per l'Anno Internazionale dell'Astronomia

Il problema non è la teoria ma l'ideologia
P. Marc Leclerc sull'Osservatore Romano

Ludovico Galleni: l'evoluzione, da Mendel alle teorie della biosfera
Intervista di Paolo Centofanti, SRM; parte 2

Il "caso Galileo" occasione di dialogo
da L'Osservatore Romano, 31 gennaio 2009

Iniziative della Santa Sede per l'Anno Internazionale dell'Astronomia

Ma la biologia non spiega tutto l'uomo
da L'Osservatore Romano, 1 febbraio 2009

Ludovico Galleni: tra teorie evolutive e fede non c'è incompatibilità
Intervista Prof. Ludovico Galleni, di Paolo Centofanti, SRM; UPRA, 16 gennaio 2009 - parte 1

La rivoluzione di Galileo quattrocento anni dopo
da L'Osservatore Romano, 30 gennaio 2009

Uno sguardo sempre più preciso sui misteri del cosmo
da  L'Osservatore Romano, 30 gennaio 2009

L'agnostico che guardava alla grandiosità della natura
da L'Osservatore Romano,  12 febbraio 2009

Fede e scienza hanno bisogno l'una dell'altra
La conferenza stampa di presentazione del convegno internazionale sull'evoluzione biologica promosso dal Pontificio Consiglio della Cultura
Marilena Amerise su L'Osservatore Romano

Tempo Universo e Buchi Neri
Conferenza del prof. Costantino Sigismondi, e intervista di Paolo Centofanti, SRM



link  News precedenti


 

La solidarietà del popolo cattolico a Papa Benedetto XVI

Domenica scorsa, il 20 gennaio, sono state oltre duecentomila le persone venute a Piazza San Pietro, da ogni parte d'Italia, per testimoniare il proprio affetto e il proprio sostegno al Pontefice, dopo le polemiche e le proteste che hanno impedito la sua visita all'Università “La Sapienza”, a Roma.

Papa Benedetto XVI, dopo l'Angelus, ha brevemente accennato alla vicenda. Salutando e ringraziando per la loro solidarietà anche i giovani universitari e i docenti presenti, e il Cardinale Camillo Ruini, che aveva promosso l'incontro, il Pontefice ha spiegato come avesse “accolto molto volentieri il cortese invito” ad intervenire “all'inaugurazione dell'anno accademico della 'Sapienza - Università di Roma'”, e come avesse “lavorato con grande gioia” al proprio discorso. Un Ateneo che, ha sottolineato, conosce bene e stima, e del quale incontra ogni anno molti studenti. “Purtroppo – spiega, suo malgrado - “il clima che si era creato ha reso inopportuna la mia presenza alla cerimonia”.

Papa Benedetto XVI ha ricordato il proprio legame con “l'ambiente universitario, che per lunghi anni è stato il mio mondo”, dovuto soprattutto all' “amore per la ricerca della verità, per il confronto, per il dialogo” e “rispettoso delle reciproche posizioni. Tutto ciò è anche missione della Chiesa, impegnata a seguire fedelmente Gesù, Maestro di vita, di verità e di amore.”

Il Pontefice ha quindi esortato docenti e studenti “ad essere sempre rispettosi delle opinioni altrui e a ricercare, con spirito libero e responsabile, la verità e il bene”, ed ha concluso con l'invito ad andare avanti “in questo spirito di fraternità, di amore per la verità e per la libertà, nell'impegno comune per una società fraterna e tollerante”.

Link Vatican.va - Il Tempo - Il Velino - RomaSette

Il Corriere della Sera - Il Giornale - Zenit - Zenit 2



Intervista al Prof. Giorgio Israel sulle vicende de “La Sapienza”

In una intervista a Zenit-SRM (link), Giorgio Israel spiega come all'estero la notizia si sia diffusa, e come questa vicenda abbia determinato un grave danno di immagine e credibilità internazionale.

Purtroppo, prosegue Israel, in alcuni ambiti universitari, dopo la fine dell'ideologia marxista, si è passati ad “una sorta di teologia sostitutiva, come dice George Steiner: lo scientismo e il laicismo più accaniti”. E' questo, a suo avviso il principale ostacolo al dialogo tra scienza e religione.

La visita e la lectio magistralis del Pontefice avrebbero potuto iniziare a definire un nuovo dialogo tra scienza e religione, un dialogo che però è comunque tuttora possibile, e che può essere stabilito solo con un “cambiamento di mentalità”, e quindi “con un processo molto lento, di discussione, in cui si mostri progressivamente che queste posizioni di tipo scientista, laicista, oltranziste, sono delle posizioni di tipo sbagliato”.

Link SRM - Zenit



"La Sapienza". Un commento dalla Spagna di P. Enrique Losada sscc

P. Enrique Losada sscc, già Superiore Generale della Congregazione dei Sacri Cuori, commenta la vicenda dalla Spagna.

"L'aver di fatto impedito al Pontefice, prima di tenere la lectio magistralis, poi comunque di presenziare l'inaugurazione e leggere un discorso ai partecipanti, mi sembra totalmente fuori luogo. L'autorevolezza di Papa Benedetto XVI come intellettuale e grande teologo, come Vescovo di Roma, e dal punto di vista del dialogo tra la religione e la società laica, e tra la scienza e la fede, erano tutti motivi per permettere l'incontro e il dialogo con il Pontefice, che non è certamente estraneo, foraneo, all'ambiente accademico romano e italiano"

Per quanto concerne l'informazione in Spagna su questi episodi, P. Losada rileva un'eco non significativa, dovuta anche al fatto che in Spagna l'influsso della Chiesa sulla società civile, e il peso dei religiosi, sembrano essere diminuiti rispetto al passato e soprattutto all'Italia.

Link SRM




Il prof. Paolo Rossi: la scienza deve farsi guidare dallo spirito di carità

Famiglia Cristiana ha intervistato il Prof. Paolo Rossi, Socio dell’Accademia dei Lincei, e professore emerito presso l’Università degli Studi di Firenze, ai margini del Festival delle Scienze 2008, sul ruolo della scienza e sulla necessità di un suo equilibrio con l'etica e con la natura.

E' necessario farsi “guidare da quello che il filosofo Francesco Bacone definiva 'lo spirito di carità' ”, e lo scienziato “non deve pensare solo alla propria ricerca”, ma deve interessarsi al rapporto “tra scienza e società, tra scienza ed etica”, e ai problemi che possono derivarne.

Quanto al rapporto tra scienza e natura, Paolo Rossi invita a seguire una “aristotelica 'via di mezzo' ”, tra la “filosofia del dominio e la filosofia della sottomissione alla natura”.

Link Famiglia Cristiana



"Science, Evolution and Creationism”

L'accademia delle Scienze USA: “accettare l’evoluzione non significa abbandonare la fede in Dio”

La NAS - National Academy of Sciences, la più prestigiosa istituzione scientifica negli Stati Uniti, ha pubblicato un libro dal titolo "Science, Evolution and Creationism" che probabilmente pone un nuovo punto di partenza nel dialogo tra scienza e religione, e in particolare nel rapporto tra teorie evolutive e fede.

Il libro parte dall'analisi di una prevalente e forzata dicotomia tra scienza e religione, che da tempo sembrano sempre più schierate su fronti contrapposti. Le battaglie legali in varie scuole su possibilità di insegnamento del creazionismo e gli scontri mediatici tra evoluzionisti e creazionisti non fanno che rafforzare questa immagine.

Ma il libro, spiegano gli autori nel sito della NAS, “mostra che la scienza e la religione dovrebbero essere viste come differenti modi per comprendere il mondo, piuttosto che strutture in conflitto l'una con l'altra, e che l'evidenza dell'evoluzione può essere totalmente compatibile con la fede religiosa.”

Più che una dichiarazione a sostegno dell'idea di creazione divina (per il libro è opportuno vietare l'insegnamento del creazionismo o dell'Intelligent Design), sembra trattarsi di una disponibilità al dialogo tra scienza (nello specifico teorie evolutive) e religione, e una conferma della loro conciliabilità, con la volontà di ammorbidire toni e posizioni estreme nel dibattito su questi temi.

Evolution book says there's no fight with religion

The Seattle Times

National Academies updates book on evolution

Nature

Book: Evolution, religion are compatible

Physorg.com

Scientists say evolution fits

Baltimore Sun

Pro-Evolution Book Says Science and God Compatible

The Christian Post

Dio e Darwin convivono ?

L'accademia delle Scienze USA non esclude che si possa accettare l'evoluzione e credere in un Dio creatore

La Stampa



Prossimi Eventi

Master in Scienza e Fede

L’argomento ontologico e i teoremi di K. Gödel

Corso intensivo del Prof. Julio Moreno-Dávila (AGSB, Svizzera), per il Master in Scienza e Fede

Dal 7 al 18 aprile (esclusi 8 e 15), dalle 15.30 alle 18.15

Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, Aula C 208

Dall'argomento ontologico di Sant'Anselmo si arriverà alla formulazione di Kurt Gödel e dei due teoremi da lui sviluppati, precisandone esattamente la portata e denunciando le false interpretazioni.

Corso universitario ma divulgativo, accessibile a non matematici.

Link programma del corso

Link Master in Scienza e Fede





Contacts SRM:

info@srmedia.org

0039-3386284135

skype: paolo.centofanti

www.srmedia.org

www.srmediait.blogspot.com

www.srmedia.blogspot.com


Banner 25x4.jpg

link     SRM Newsletter n. 153

            altri numeri,  pdf o html

 

info e contatti: pcentofanti@gmail.com

Copyright (c) 2000-2009   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2019 by DotNetNuke Corporation