Ricerca  
domenica 15 settembre 2019 ..:: Newsletter » SRM Newsletter febbraio 2009 » SRM Newsletter n. 94 ::..   Login
Il sito www.srmedia.org è stato migrato dal 2010 al nuovo sito www.srmedia.info Sul presente sito non vi sono utenti attivi né precedentemente registrati, e non è più possibile registrarsi Privacy Policy Chi siamo L’indirizzo del nostro sito web è: http://www.srmedia.org. Come abbiamo già specificato, è stato migrato dal 2010 al nuovo sito www.srmedia.info Quali dati personali raccogliamo e perché li raccogliamo Commenti: non è possibile lasciare commenti su questo sito Media: non potete caricare immagini o video su questo sito. Le immagini caricate precedentemente non contengono informazioni sulla posizione. Modulo di contatto Cookie Non è possibile lasciare commenti o accedere con account su questo sito. Non è possibile caricare o modificare articoli su questo sito. Contenuto incorporato da altri siti web: su questo sito non vi sono contenuti incorporati (ad esempio video, immagini, articoli, ecc.) da altri siti web. Analytics Con chi condividiamo i tuoi dati Per quanto tempo conserviamo i tuoi dati Non è possibile inserire commenti a pagine o articoli di questo sito web. Gli utenti non possono registrarsi al nostro sito web. Non esistono informazioni personali su utenti, perché non vi sono utenti registrati. Gli amministratori del sito web non possono quindi vedere e modificare informazioni su eventuali utenti, perché non previsti su questo sito web. Quali diritti hai sui tuoi dati: Non vi sono account, né quindi dati personali su questo sito. Dove spediamo i tuoi dati: non spediamo dati di alcun tipo. Le tue informazioni di contatto pcentofanti@gmail.com Informazioni aggiuntive Come proteggiamo i tuoi dati Quali procedure abbiamo predisposto per prevenire la violazione dei dati Da quali terze parti riceviamo dati Quale processo decisionale automatizzato e/o profilazione facciamo con i dati dell’utente Requisiti di informativa normativa del settore

Mons. Gianfranco Ravasi: un forte legame tra l'astronomia e la religione

S.E. Mons. Gianfranco Ravasi ha dichiarato che “oggi possiamo finalmente guardare alla figura di Galileo e riconoscervi il credente che tentò di conciliare i risultati delle sue ricerche scientifiche con i contenuti della fede cristiana”, e ha ricordato che “esiste un vincolo stretto tra la contemplazione del cielo stellato e la religione”. Non casualmente, “nella storia della Chiesa, l'astronomia ha avuto un ruolo privilegiato”. “In quasi tutte le culture e civiltà – ha spiegato – l'osservazione del cielo è impregnata di un senso profondamente religioso”, e “anche la Bibbia conserva le tracce di questa antica sapienza che sottolinea, dalle prime pagine della Genesi, la forza creatrice di Dio”.

Il Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura ha anche anticipato la prossima pubblicazione (marzo 2009) di un volume che raccoglie i risultati della commissione di studio del caso Galileo, voluta da Papa Giovanni Paolo II, per rimuovere “gli ostacoli per un sereno confronto tra la scienza e la fede”.

Link SRM



Conferenza stampa per la presentazione delle iniziative della Santa Sede per l'Anno Internazionale dell'Astronomia

Pubblichiamo su SRM un resoconto e abstracts dell'evento, moderato da P. Ciro Benedettini.

Sono intervenuti S.E. Mons. Gianfranco Ravasi, P. José Luis Funes, il prof. Nicola Cabibbo, il prof. Paolo Rossi (cfr. newsletter SRM nº 93).

Link SRM

Link La rivoluzione di galileo quattrocento anni dopo

SRM da L' Osservatore Romano

Link Il «caso Galileo» occasione di dialogo

SRM da L'Osservatore Romano







Ma la biologia non spiega tutto l'uomo”

Charles Darwin – spiega Lucetta Scaraffia sull'Osservatore Romano – “ha cambiato definitivamente la nostra visione del mondo vivente e del posto dell'uomo nella natura, legandolo con un filo ininterrotto alle altre forme di vita”, con una evoluzione “retta dal gioco cieco del caso e della necessità, senza che nella natura si manifesti la minima finalità, e quindi togliendo ogni possibile ruolo a un Dio creatore.” Nell'anno di Darwin, il problema però non è “tanto la possibilità di far coesistere l'ipotesi scientifica dell'evoluzione delle specie viventi con un progetto divino, ma il modo stesso di concepire l'essere umano”. “Oggi più che mai, dunque, la questione non è tanto la contrapposizione fra scienza e Bibbia sulla storia dell'evoluzione, ma il rapporto fra scienza - o almeno una parte di essa - e fede nella definizione del concetto di natura umana. Per difendere una specificità che dà senso spirituale a ciascuna delle nostre vite”.

Link SRMOsservatore Romano





Ludovico Galleni: tra teorie evolutive e fede non c'è incompatibilità, solo la necessità di fare chiarezza

Galleni, docente di Zoologia Generale ed Etica Ambientale presso la Facoltà di Agraria dell’Università di Pisa, e membro del comitato Organizzativo del Congresso STOQ 2009, intervistato da Paolo Centofanti (SRM), chiarisce alcuni concetti chiave dell'evoluzione, spiega come sia falso il mito, tuttora diffuso, di una irriducibilità tra teorie evolutive e fede religiosa, e mostra come l'evoluzione e le teorie darwiniane siano totalmente coerenti anche con il magistero della Chiesa.

Bisogna inoltre distinguere “tra evoluzione e darwinismo”, perché mentre l'evoluzione sarebbe il risultato concorde di una ricerca di tipo storico, ci sono diverse teorie che cercano di spiegarne i meccanismi.

Link intervista, SRM - STOQ Conference 2009









Vita extraterrestre: le prospettive dell'astrobiologia

Un tema che suscita sempre interesse è quello della vita su altri pianeti. Una possibilità certamente, caratterizzata da probabilità non remote, considerando l'enorme numero di pianeti potenzialmente simili al nostro, e senza tenere conto delle possibilità che la vita possa svilupparsi in forme che non conosciamo e che non potremmo forse nemmeno essere in grado di prevedere o di comprendere.

Anche qualche ecclesiastico di rilievo, come P. José Luis Funes, gesuita, astronomo e direttore della Specola Vaticana, si è pronunciato su questa possibilità (link).

Abbiamo chiesto un parere sull'argomento al Prof. Costantino Sigismondi, docente di Storia dell'Astronomia all'Università La Sapienza di Roma, e docente presso il Master in Scienza e Fede.

Link intervista, SRM





Avvenire: “Numeri e Fede”

Proseguono le interviste di Luigi Dell'Aglio per il ciclo “Numeri e Fede”, dedicate da Avvenire "ai rapporti tra la matematica (e i matematici) e la fede, che sfatano la fallace equazione che identifica scienze esatte con ateismo".


1. “Ma la geometria non è atea”

Dopo l'intervista con il prof. Antonio Ambrosetti (link SRM), è la volta di Lucia Alessandrini, docente ordinario di Geometria all’Università di Parma, che nega l'equazione "se c’è razionalità, non c’è religione"; in realtà “non sussiste opposizione o incompatibilità”, ma “si tratta di avere una visione completa dell’uomo, in cui la razionalità non è vista solo come razionalità scientifica”.

Certamente, come esseri umani “abbiamo dei limiti dovuti alla nostra natura umana, ma la nostra mente è adatta a protendersi verso l’infinito”; questa, spiega, è “la 'fede' che guida il matematico in quanto tale”.

Link Avvenire











2. “Euclide e il fattore umano”

Per Giandomenico Boffi, ordinario di Algebra al­l’Università di Chieti-Pescara, è possibile e opportuno “inserire la ma­tematica nell’orchestra di tutte le discipline – teologia compresa - per operare una sintesi che mostri attenzione alle fondamentali domande su che cosa è l’uomo”. Boffi prende ad esempio la meccanica quantistica, caratterizzata da “un approccio fortemente matematizzato al mi­crocosmo, che sta benissimo all’interno della fisica e di per sé non ha bisogno di confrontar­si con la filosofia o con la teologia”.

Tuttavia – spiega – la meccanica quantistica è una teoria molto ric­ca e interessante, emersa nel corso del XX se­colo, e sarebbe un peccato se la società con­temporanea non ne percepisse le sfide più pro­priamente culturali. La meccanica quantistica è stata fortemente innovativa; può forse sug­gerire – al nostro modo di concepire la mate­ria, l’uomo e Dio – qualcosa di diverso da ciò che suggeriva la fisica classica».

Link Avvenire





3. “Se Dio si cela nella teoria dei giochi”

Per Marco Andreatta, professore or­dinario di geometria, e preside della Facoltà di Scienze all’Università di Trento, “Il matematico è forse il ragiona­tore razionale per antonomasia; da Galileo in poi, di ogni nuova teoria si dice che è scientifica se si basa sulla matematica e sui suoi procedimenti logico-deduttivi”. Andreatta fa quest’analogia: come “una donna può innamorarsi di un matemati­co, per il suo 'sapere', il suo mo­do di fare e di pensare, così la fede può entrare nell’ animo del mate­matico”.

E pensa che «De Giorgi avesse ragione quando affermava 'che è più facile per chi crede accettare il principio fonda­mentale dell’etica scientifica, cioè la ricerca appassionata della ve­rità', e quindi accettare muta­menti culturali in questa direzio­ne. Con l’attenzione a tenere ben chiari i vincoli del ragionamento scientifico, perché, citando Gali­leo, 'non ogni detto della Scrittura è legato a obblighi così severi co­me ogni effetto di natura'”.

Link Avvenire







Santa Maria degli Angeli, tra scienza e fede

Romasette dedica un articolo alla Basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri, a Roma, alla sua storia e alle sue attività culturali.

Monsignor Renzo Giuliano, parroco e rettore della basilica, spiega in una intervista come “pilastri della vita pastorale e spirituale della comunità” siano “la liturgia e la cultura, in un continuo rapporto tra fede e ragione” e parla della volontà di recuperare la “cultura come riflessione su vita e fede”, “perché la fede deve usare l’intelligenza. L’odierno declino della fede è legato in molti al rifiuto del proprio retaggio culturale cristiano”.

Illustra anche la quotidiana “catechesi scientifica”, realizzata “illustrando la meridiana che da 300 anni segna il mezzogiorno”, e le molte iniziative, tra cui la mostra “Galilei Divin Uomo”, attualmente in corso (link SRM).

Il 15 febbraio nella basilica si svolgerà una Celebrazione Eucaristica per il 445° anniversario della nascita di Galileo Galilei (v. prossimi eventi)

Link http://www.romasette.it/modules/news/article.php?storyid=4334

Link 2009 Anno Internazionale dell'Astronomia



Eventi recenti



Theology of Creation”

Seminario organizzato a Barcellona (Spagna), dal 30 al 31 gennaio scorsi, dalla Facoltà Teologica della Catalogna, in collaborazione col progetto STOQ.

Sono intervenuti John Polkinghorne (Università di Cambridge), Jürgen Moltmann (Università di Tubingen), Manuel García Doncel (Università di Barcellona), William E. Carroll (Università di Oxford).

Guest participants: P. Rafael Pascual LC (APRA, Roma), Mons. Melchor Sánchez de Toca (Pontificio Consiglio della Cultura), P. Tomasz Trafny (Pontificio Consiglio della Cultura).

Si è poi svolta una visita al Museo Geologico del Seminario di Barcellona (fondato nel XIX secolo dal canonico Jaume Almera y Comas).

Pubblichiamo il programma e immagini dell'evento e della visita

Link pagina SRM - programma, pdf









What is Death ?

Convegno presso la Camera dei Deputati, e presentazione del pre-print del libro What Is Death? A Scientific, Philosophical and Theological Exploration of Life's End. Il volume, che sarà pubblicato dalla Libreria Editrice Vaticana, presenta il frutto di un anno di attività del Gruppo di studio sull’organismo da una prospettiva interdisciplinare del Master in Scienza e Fede, diretto da P. Alfonso Aguilar, LC, che l’anno scorso aveva scelto come argomento di studio proprio il tema del termine della vita.

Link SRMRadio Radicale





Prossimi Eventi

Evoluzione Biologica. Fatti e Teorie

Conferenza stampa di presentazione della STOQ Conference 2009 Biological Evolution: Facts and Theories. A Critical Appraisal 150 Years after “The Origin of Species”

La Conferenza Stampa avrà luogo martedì 10 febbraio 2009, alle ore 11.30, presso la Sala Stampa Vaticana.

Interverranno:
S.E. Mons. Gianfranco Ravasi, Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura e Presidente del Comitato d’Onore del Convegno;

il prof. P. Marc Leclerc, S.J., Ordinario di Filosofia della Natura, Pontificia Università Gregoriana, e Direttore del Convegno;

il prof. Don Giuseppe Tanzella-Nitti, Ordinario di Teologia Fondamentale, Pontificia Università della Santa Croce;

il prof. Saverio Forestiero, Professore di Zoologia, Università di Roma Tor Vergata, Membro del Comitato organizzatore.

Link Sala Stampa VaticanaIII STOQ International Conference 2009









Leggere il cielo sulle spalle dei giganti

Ciclo di conferenze, organizzato dalla Biblioteca Vallicelliana di Roma, e coordinato dal prof. Costantino Sigismondi, docente di Storia dell'Astronomia all'Università La Sapienza di Roma.

La rassegna riprende idealmente l'iniziativa “Leggere il cielo al tempo di Keplero”, svoltasi presso la Biblioteca Universitaria Alessandrina durante il grande giubileo del 2000, il primo anno secolare bisestile dalla riforma di Gregorio XIII.

Primo evento:

Clavio e Keplero verso la nuova astronomia

12 febbraio 2009, Salone Borromini della Biblioteca Vallicelliana

Link SRM - Biblioteca Vallicelliana



Celebrazione Eucaristica per il 445° anniversario della nascita di Galileo Galilei

La celebrazione, presieduta da S.E. Mons. Gianfranco Ravasi, si svolgerà il 15 febbraio, alle ore 12.00, presso la Basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri, a Roma.

Presso la basilica è in corso la mostra “Galilei Divin Uomo”, voluta da Mons. Renzo Giuliano, Rettore della basilica, e dal prof. Antonino Zichichi (cfr. Newsletter nº 89).

Link SRM



Il rapporto tra scienza e fede nelle diverse tradizioni religiose ieri, oggi e domani”

Ciclo di incontri organizzati dall'Istituto Stensen per sostenere lo studio e il dialogo interculturale, e ispirati al pensiero di Nicolò Stenone.

Segnaliamo il primo dei sei incontri:

Il rapporto tra scienza e fede nelle tradizioni confuciana/daoista

Sabato 14 febbraio 2009, dalle ore 16 alle ore 19

Auditorium dell' Istituto Stensen, V.le Don Minzoni 25/G - 50129 Firenze

Informazioni: Istituto Stensen

tel. (+39) 055 576551 - fax: (+39) 055 582029; segreteria@stensen.org

Sito web: http://www.stensen.it



Cambiamenti climatici: realtà e miti

Presentazione dalla mostra Atmosphera, organizzata da Euresis, promossa dal Comune di Varese, con la partecipazione del Centro Culturale Massimiliano Kolbe.

Interventi:

"Osservare il tempo, conoscere il clima"

Col. Mario Giuliacci, Direttore Centro Epson Meteo e professore di Fisica dell'Atmosfera presso l'Università di Milano Bicocca

Dott. Andrea Giuliacci, Meteorologo e ricercatore presso il centro Epson Meteo

"Ricostruire la storia climatica della Terra"

Dott.ssa Lucilla Capotondi, ricercatore presso ISMAR-CNR

Venerdì 13 Febbraio 2009, ore 21.15, Salone Estense del Palazzo Civico, Varese

Link evento e locandina (pdf), SRM - Euresis





Mostra Atmosphera

La mostra “mette in luce i fattori essenziali del problema dal punto di vista scientifico e distinguendo tra fatti consolidati, ipotesi di lavoro, questioni aperte. dal lontano passato della storia della Terra fino alle più urgenti problematiche attuali, il percorso interdisciplinare permette di rendere in coscienza della straordinaria complessità del problema, della ricchezza dei fenomeni naturali che sul nostro pianeta cooperano a stabilire un clima adatto alla vita e della grande responsabilità a cui siamo chiamati” (dal sito Euresis).

Dal 14 Febbraio al 1 Marzo 2009, Villa Baragiola, via Francesco Caracciolo 46, Varese

Per informazioni, prenotazioni e visite guidate: mostre.euresis@gmail.com
Tel.
331 9952257

Link evento e locandina (pdf), SRM - Euresis




Contacts SRM:

pcentofanti@gmail.com

info@srmedia.org

0039-3386284135

skype: paolo.centofanti

www.srmedia.org

www.srmediait.blogspot.com

www.srmedia.blogspot.com


Copyright (c) 2000-2009   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2019 by DotNetNuke Corporation