Ricerca  
mercoledì 23 ottobre 2019 ..:: Newsletter » SRM Newsletter maggio 2009 » SRM Newsletter n. 103 ::..   Login
Il sito www.srmedia.org è stato migrato dal 2010 al nuovo sito www.srmedia.info Sul presente sito non vi sono utenti attivi né precedentemente registrati, e non è più possibile registrarsi Privacy Policy Chi siamo L’indirizzo del nostro sito web è: http://www.srmedia.org. Come abbiamo già specificato, è stato migrato dal 2010 al nuovo sito www.srmedia.info Quali dati personali raccogliamo e perché li raccogliamo Commenti: non è possibile lasciare commenti su questo sito Media: non potete caricare immagini o video su questo sito. Le immagini caricate precedentemente non contengono informazioni sulla posizione. Modulo di contatto Cookie Non è possibile lasciare commenti o accedere con account su questo sito. Non è possibile caricare o modificare articoli su questo sito. Contenuto incorporato da altri siti web: su questo sito non vi sono contenuti incorporati (ad esempio video, immagini, articoli, ecc.) da altri siti web. Analytics Con chi condividiamo i tuoi dati Per quanto tempo conserviamo i tuoi dati Non è possibile inserire commenti a pagine o articoli di questo sito web. Gli utenti non possono registrarsi al nostro sito web. Non esistono informazioni personali su utenti, perché non vi sono utenti registrati. Gli amministratori del sito web non possono quindi vedere e modificare informazioni su eventuali utenti, perché non previsti su questo sito web. Quali diritti hai sui tuoi dati: Non vi sono account, né quindi dati personali su questo sito. Dove spediamo i tuoi dati: non spediamo dati di alcun tipo. Le tue informazioni di contatto pcentofanti@gmail.com Informazioni aggiuntive Come proteggiamo i tuoi dati Quali procedure abbiamo predisposto per prevenire la violazione dei dati Da quali terze parti riceviamo dati Quale processo decisionale automatizzato e/o profilazione facciamo con i dati dell’utente Requisiti di informativa normativa del settore


Primo festival della scienza in Africa

L'evento, promosso dal Pontificio Consiglio della Cultura, dall'Ufficio per la Pastorale Universitaria della Diocesi di Roma e dall'Assumpta Science Centre Owerry (Nigeria), è organizzato dalla fondazione Idis – città della scienza di Napoli, in collaborazione con Finmeccanica ed altre aziende e istituzioni.

Mons. Gianfranco Ravasi, presentando l'iniziativa lo scorso 22 aprile presso la Sala Stampa Vaticana, ha ricordato che il suo dicastero ''sta investendo molto sul tema del rapporto tra scienza e fede, non solo con il progetto STOQ, ma sulla base dell'antichissima, costante tradizione della Chiesa: il ritorno al logos, il ritorno alla ragione, con il suo rigore epistemologico e con la sua identità profonda''.

Link articolo, SRM (cortesia L'Osservatore Romano)

Link programma (cortesia Pontificio Consiglio della Cultura)





Le Neuroscienze e i rischi di una divulgazione ad effetto

Lucetta Scaraffia pubblica su L'Osservatore Romano una recensione di Neuro-mania. Il cervello non spiega chi siamo, di Paolo Legrenzi e Carlo Umiltà (v. dopo); ne scaturisce una critica sia alla recente “moda” di collegare alle neuroscienze discipline quali il marketing, la comunicazione, l'etica, ecc., sia di un certo modo di fare divulgazione. “Non è facile – scrive - leggere sui giornali un buon articolo di divulgazione scientifica, che cioè non gridi subito alla scoperta sensazionale e non tiri precipitose conclusioni da piccoli passi in avanti nella conoscenza del funzionamento della natura, e soprattutto del corpo umano”.

Oggi, ad esempio, si induce il pubblico a credere che sia possibile vedere esattamente e integralmente i meccanismi di funzionamento del cervello, o che in futuro si possa individuare una “corrispondenza biunivoca tra quanto scoperto dagli psicologi sperimentali e quanto emerge dall'esame di meccanismi biologici elementari”.

Link articolo, SRM (cortesia L'Osservatore Romano)





La direzione finale del cosmo”

L'Osservatore Romano pubblica alcuni stralci della conferenza che il Prof.
P. Marc Leclerc ha tenuto presso l'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, il 28 aprile scorso. Per P. Leclerc, docente di Filosofia della Natura presso la Pontificia Università Gregoriana, “s
econdo la visione del mondo che regge da quasi due secoli la concezione dominante delle scienze positive, queste costituiscono l'unica conoscenza legittima e verificabile, pur essendosi formate tramite il rifiuto sistematico di ogni causalità finale”.

Per “superare l'aporia del positivismo, rifuggendo allo stesso tempo un finalismo ingenuo”, è di aiuto “il pensiero critico di Joseph Maréchal (1878-1944)” che “in un dialogo fecondo fra la critica filosofica e le scienze sperimentali”, “riannoda i legami tra la 'conoscenza d'oggetto' nel senso fenomenale della parola, e l'affermazione necessaria dell'essere, livello questo in cui si può ritrovare criticamente una vera finalità naturale.”

Link articolo, SRM (cortesia L'Osservatore Romano)





Intervista. L'equilibrio della biosfera, Teilhard de Chardin e una creazione in divenire

Le teorie della biosfera e del suo equilibrio, sono l'argomento iniziale di questa terza parte dell'intervista al Prof. Ludovico Galleni: dalla “idea di una stabilità generale della Biosfera, derivata dalle idee del geologo lombardo Antonio Stoppani”, alle teoria degli equilibri della Biosfera, “riproposti da J. Lovelock”, alla “teoria della simbiosi come importante elemento dell’evoluzione dei viventi”, di Lynn Margulis, “che ha illustrato la sua teoria al convegno di Roma”.

Galleni affronta poi anche il tema dell'informazione sui temi dell'evoluzione, sottolineando in particolare l'errore frequente “di usare l'evoluzione per una […] apologetica atea: dal momento che c'è l'evoluzione, allora non c'è Dio”. Un discorso, spiega, “assolutamente senza senso; ancora nel libro del 1871, lo zoologo inglese Mivart [...], pensava di aver chiarito una volta per tutte questo problema: qualsiasi riflessione o indagine sui meccanismi evolutivi nulla ci dice sulla causa prima”.

Link intervista, SRM - parte 2 - parte 1





Evoluzione dell'universo ed evoluzione biologica

Speciale di “Fe y Razón”

La rivista virtuale di teologia Fe y Razón (Montevideo, Uruguay) pubblica (in spagnolo) nel nº 33 (aprile 2009) un approfondimento sul tema dell’evoluzione dell'universo e dell'evoluzione biologica, nell'ambito del dialogo tra scienza, filosofia e teologia.

- Pierre Teilhard de Chardin

J. L. Illanes Maestre affronta il pensiero del grande studioso francese, gesuita, paleontologo, naturalista e filosofo, e “la visione teilhardiana del mondo”.

Il punto di partenza del pensiero di Teilhard – spiega l'articolo – è la considerazione del modo in cui il cosmo si incontra nell'evoluzione: non siamo – afferma – in un cosmo, ma in una cosmogenesi. L'evoluzione – ai suoi occhi – non è frutto del caso, ma l'espressione di una intenzione ordinatrice, che riassume tramite ciò che definisce «legge di complessità-coscienza».

Link Pierre Teilhard de Chardin

- William Dembski y el “Diseño Inteligente”

L'articolo di Néstor Martínez analizza le teorie del disegno intelligente e le idee di uno dei principali esponenti di questo movimento, William Debski. L’autore critica, tra gli altri aspetti, le molte “confusioni caratteristiche della discussione intorno” all'ID. Tra queste, “prima di tutto manca la prospettiva metafisica. Si considera che l'unica 'impronta' che Dio può avere nell'Universo sia l'ordine. Vi è però qualcosa di più basilare: l'esistenza stessa”. E “se per caso esistesse l'universo meccanicista, tuttavia avrebbe bisogno, continuamente, di un Creatore”.

Link William Dembski y el “Diseño Inteligente”

- El milagro de los monos literatos

Daniel Iglesias Grèzes, condirettore di Fe y Razón, spiega che “attualmente la versione più popolare della teoria dell'evoluzione è il neodarwinismo”, che “pretende di spiegare l'evoluzione biologica basandosi su due soli elementi: le mutazioni genetiche casuali/aleatorie e la selezione naturale”. In questa visione, “l'evoluzione avanza unicamente in funzione del caso/casualità”.

Link Un argumento contra el neodarwinismo

- Creación evolutiva

Articolo conclusivo, di Daniel Iglesias Grèzes, che propone “un saggio di risposta agli argomenti che pretendono di opporre l'evoluzione cosmica o biologica al disegno intelligente, e tacciare come assurda la nozione di creazione evolutiva”.

Link Creación evolutiva





Libri:

Neuro-mania. Il cervello non spiega chi siamo

Di Paolo Legrenzi e Carlo Umiltà

Il volume, scritto da uno psicologo cognitivo (Legrenzi) e un neuropsicologo (Umiltà), traccia un'analisi dell'attuale moda delle cosiddette nuove neuroscienze, che partendo dalle scoperte recenti sui meccanismi del cervello, teorizzano basi neurologiche e biochimiche dei comportamenti umani in ogni ambito. Comportamenti per i quali “nuove discipline”, propongono spiegazioni quasi deterministiche, e anche possibili modelli di controllo e orientamento.

Link scheda, Il Mulino





Prossimi Eventi

 

Master in Scienza e Fede


Il principio antropico

Conferenza del Prof. P. Manuel Carreira SJ (Universidad Pontificia Comillas, Madrid), nell'ambito del modulo Creazione e teorie sull’origine dell’universo del Master in Scienza e Fede.

Martedì 5 maggio 2009, dalle ore 17.10 alle ore 18.40

Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, Aula Masters

Link conferenza, SRM - Master in Scienza e Fede

 




Stem Cells: Playing God again ?

Conferenza di Sir Brian HEAP, Former Master of the St. Edmund’s College Cambridge University (UK), e Fellow of the Royal Society, organizzata dalla Facoltà di Filosofia e dalla Specializzazione in Scienza e Filosofia della Pontificia Università Gregoriana

Martedì 5 maggio 2009, dalle ore 16,30 alle ore 18,30

Aula C208 (secondo piano Palazzo Centrale)


Sir Brian Heap terrà presso la Pontificia Università Gregoriana anche due lezioni:

Consumption, Happiness and the Rainbow”

Mercoledì 6 maggio, 10,30-12,30 (Aula L210)

Whither Universities: disinterested scholarship or income generation ?”

Giovedì 7 maggio, 8,30-10,30 (Aula L210)


Piazza della Pilotta, 4 – 00187 ROMA Tel. e fax: 06.6701.5357
Email: sciephil@unigre.it

Link locandina, SRM (cortesia Pontificia Università Gregoriana), html solo testo





Educare alla scienza in un contesto umanistico

Conferenza del Prof. Giorgio Israel (Ordinario di Matematiche Complementari presso l'Università di Roma “La Sapienza”), nell'ambito del II° Workshop del DISF Working Group.

Modera l’incontro il Prof. Giandomenico Boffi, Ordinario di Strutture Algebriche dell'Università G. D’Annunzio (Chieti – Pescara)

Sabato 16 maggio 2009, ore 18.30

Centro Convegni Bonus Pastor, Via Aurelia, 208 - 00165 Roma

A causa del limitato numero di posti disponibili, si prega comunicare la propria presenza alla Segreteria DISF:

tel. 06 68164567 – Fax: 06 68164600 – Email: dwg@disf.org

Link locandina, SRM (cortesia DISF), html solo testo



Contacts SRM:

pcentofanti@gmail.com

info@srmedia.org

0039-3386284135

skype: paolo.centofanti

www.srmedia.org

www.srmediait.blogspot.com

www.srmedia.blogspot.com



Copyright (c) 2000-2009   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2019 by DotNetNuke Corporation