Ricerca  
domenica 15 settembre 2019 ..:: Newsletter » SRM Newsletter maggio 2009 » SRM Newsletter n. 105 ::..   Login
Il sito www.srmedia.org è stato migrato dal 2010 al nuovo sito www.srmedia.info Sul presente sito non vi sono utenti attivi né precedentemente registrati, e non è più possibile registrarsi Privacy Policy Chi siamo L’indirizzo del nostro sito web è: http://www.srmedia.org. Come abbiamo già specificato, è stato migrato dal 2010 al nuovo sito www.srmedia.info Quali dati personali raccogliamo e perché li raccogliamo Commenti: non è possibile lasciare commenti su questo sito Media: non potete caricare immagini o video su questo sito. Le immagini caricate precedentemente non contengono informazioni sulla posizione. Modulo di contatto Cookie Non è possibile lasciare commenti o accedere con account su questo sito. Non è possibile caricare o modificare articoli su questo sito. Contenuto incorporato da altri siti web: su questo sito non vi sono contenuti incorporati (ad esempio video, immagini, articoli, ecc.) da altri siti web. Analytics Con chi condividiamo i tuoi dati Per quanto tempo conserviamo i tuoi dati Non è possibile inserire commenti a pagine o articoli di questo sito web. Gli utenti non possono registrarsi al nostro sito web. Non esistono informazioni personali su utenti, perché non vi sono utenti registrati. Gli amministratori del sito web non possono quindi vedere e modificare informazioni su eventuali utenti, perché non previsti su questo sito web. Quali diritti hai sui tuoi dati: Non vi sono account, né quindi dati personali su questo sito. Dove spediamo i tuoi dati: non spediamo dati di alcun tipo. Le tue informazioni di contatto pcentofanti@gmail.com Informazioni aggiuntive Come proteggiamo i tuoi dati Quali procedure abbiamo predisposto per prevenire la violazione dei dati Da quali terze parti riceviamo dati Quale processo decisionale automatizzato e/o profilazione facciamo con i dati dell’utente Requisiti di informativa normativa del settore

Il papa, l’islam arabo e l’occidente

Samir Khalil Samir, professore di storia della cultura araba e islamologia all'università St. Joseph di Beirut, analizza su Asia News il viaggio di Papa Benedetto XVI in Terra Santa, dagli aspetti politici, sociali, religiosi, al rapporto della fede con la scienza e la ragione.

È molto importante – spiega Samir Khalil Samir – che in un mondo musulmano (e cristiano), spesso teocratico, il papa, prima di parlare di religione, parli di cultura e di scienza. E la scienza ha per scopo di amare la verità e scoprirla. Egli insiste che questa formazione intellettuale «affinerà i loro talenti critici, disperderà l’ignoranza e il pregiudizio, e li assisterà nello spezzare gli incantesimi creati da ideologie vecchie e nuove»”.

Da sottolineare anche l'osservazione del Pontefice che «la religione, come la scienza e la tecnologia, come la filosofia ed ogni espressione della nostra ricerca della verità, possono corrompersi. La religione viene sfigurata quando viene costretta a servire l’ignoranza e il pregiudizio, il disprezzo, la violenza e l’abuso». “Benedetto XVI – prosegue Khalil Samir – mette nello stesso contenitore tutte queste realtà, perché tutto può essere sfigurato – anche la scienza. Ciò che è importante per lui è comunque non lasciare che la religione sia sfigurata dall’ignoranza e dall’abuso”.

Link Asia News




Il totalitarismo ideologico della scienza

La Civiltà Cattolica nel quaderno 3814 del 16 maggio 2009, pubblica tra gli altri questo articolo (pagine 319-324) di Giandomenico Mucci, che analizza le accuse mosse alla Chiesa e alla religione dai fautori di posizioni atee o scientiste. Tra i punti critici, l'ostilità all'invito, da parte della Chiesa cattolica, a non oltrepassare i limiti della scienza e della ragione, e a non escludere una possibilità logica e ragionevole dell'esistenza di un Dio creatore.

Come sottolinea Giorgio Israel, citato nell'articolo, uno degli errori è anche riferirsi alla scienza per definire l'etica e per dare senso all'Universo e all'esistenza umana. E il rischio è strumentalizzare la scienza ad una concezione materialistica del mondo.

Link La Civiltà Cattolica




Augustine's Origin of Species

Alister McGrath: Darwin e S. Agostino di Ippona

Il De Genesi ad Litteram di S. Agostino può aiutarci a riflettere sulle grandi questioni sollevate da Darwin?, si chiede McGrath, professore di Teologia al King's College di Londra, su Christianity Today.

Certamente, “Agostino si sarebbe opposto alla nozione darwiniana di variazioni casuali” spiega nella premessa, “insistendo che la provvidenza di Dio è profondamente coinvolta e presente in ogni ambito”. Il processo evolutivo può quindi non essere prevedibile, “ma non è casuale”.

Certamente il grande teologo di Ippona “non risponde a queste domande per noi”, ma “ci aiuta a vedere che il tema reale non è l'autorità nella Bibbia, ma la sua corretta interpretazione”, e anzi “ci offre un classico modo di pensare la Creazione, che può illuminare alcuni dibattiti contemporanei”.

Link Christianity Today - Belief .net





Planck
e Herschel verso le origini dell'Universo

Il 14 maggio scorso, dalla base di Kourou, nella Guyana Francese, l'Agenzia Spaziale Europea (ESA) ha lanciato, con un razzo Ariane 5, i satelliti Planck e Herschel. Progettati per raccogliere informazioni sulle origini dell'Universo, come ha dichiarato Jean-Jacques Dordain, direttore generale dell’ESA, “per la prima volta permetteranno di indagare in profondità le fasi cruciali dell’inizio, prima ancora che nascessero le isole stellari”.

In particolare, Herschel sarà dedicato all'analisi della formazione delle prime stelle e galassie, e Planck allo studio della struttura originaria dell'Universo nei primi momenti della sua formazione (380 mila anni dopo il Big Bang).

Al progetto legato a Planck collabora il Prof. Marco Bersanelli, dell'Università degli Studi di Milano, il quale aveva recentemente presentato Planck durante una conferenza per il Master in Scienza e Fede dell'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum (cfr. Verso l'alba del tempo. L'approccio della scienza contemporanea).

Link ESA, Planck Science Team - Il Corriere della Sera - SRM









If Darwin has really killed God, when was the funeral?

Un dibattito alla Westminster Abbey, il 13 maggio scorso, ha visto a confronto credenti e non credenti.

Da una parte per Steve Jones, professore di genetica alla University College London e Nancy Rothwell, professore presso la Facoltà di Scienze della Vita presso la Manchester University, le teorie di Darwin avrebbero “ucciso” l'idea di Dio.

Dall'altra, Lord Robert Winston, professore di scienza e società all'Imperial College di Londra, e Denis Alexander, direttore del Faraday Institute for Science and Religion, hanno negato l'incompatibilità dell'evoluzione con la creazione divina, spiegando anche come le Sacre Scritture già all'epoca di Darwin non venissero interpretate in maniera letterale, ma allegorica.

Link The Guardian - U.TV







Eventi Recenti



"Creazione nel cuore della missione"

Dal 12 al 16 maggio 2009 circa 240 missionari di 82 Istituti e Congregazioni religiose internazionali si sono confrontati ad Assisi su scienza e teologia, creazione ed evoluzione, Eucaristia ed ecologia, Gesù e l'ecologia, redenzione finale del creato.

L'iniziativa è stata organizzata dal SEDOS (Servizio di Documentazione e Studi sulla Missione) e dalla Commissione Giustizia, Pace e Integrità del Creato dell’Unione dei Superiori Generali di religiosi e religiose.

Tra gli interventi, da segnalare quello di Séan McDonagh (missionario irlandese della Società di San Colombano), sulla “storia dell’universo” dal Big Bang, ad oggi, e nel quale McDonagh ha anche lanciato un nuovo allarme sulla rapida distruzione delle risorse del pianeta, che in mancanza di provvedimenti adeguati in quindici anni potrebbero raggiungere un “punto di non ritorno” ed essere quindi destinate ad esaurirsi inevitabilmente.

Link Radio Vaticana




"Evoluzione e creazione"

Lezione del prof. Vito Mancuso (docente di Teologia moderna e contemporanea presso la Facoltà di Filosofia all’Università San Raffaele di Milano), nell'ambito del ciclo di eventi organizzati dall’Accademia Nazionale di Scienze, Lettere e Arti di Modena e dalla Società dei Naturalisti e Matematici di Modena, per il bicentenario della nascita di Charles Darwin, e il 150mo anniversario della pubblicazione dell’Origine delle Specie.

L'evento si è svolto lo scorso venerdì 15 maggio 2009, presso l'Accademia Nazionale di Scienze, Lettere e Arti di Modena.

Link Bologna 2000





Festival della Scienza: Scienza si, scientismo no

Organizzato dall'Associazione Libertà e Persona presso l'Istituto Salesiani di Trento, il festival ha cercato di analizzare e ridefinire alcuni punti critici e di pregiudizio nel rapporto tra scienza e fede.

Hanno partecipato tra gli altri, Umberto Fasol (biologo), Mario Gargantini (direttore della rivista scientifica Euresis e curatore delle mostre scientifiche del Meeting di Rimini), Francesco Agnoli (saggista), Giorgio Bolondi (professore di matematica all'università di Bologna), e Ubaldo Mastromatteo (fisico).

Link evento, Libertà e Persona - Il Sussidiario





Prossimi Eventi



Master in Scienza e Fede

L’origine dell´Universo e del tempo

Conferenza del Prof. Costantino Sigismondi (docente di Storia dell'Astronomia all'Università di Roma La Sapienza), per il modulo "Creazione e teorie sull’origine dell’universo" del Master in Scienza e Fede

Martedì 19 maggio 2009, dalle ore 17.10 alle ore 18.40

Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, Aula Masters

Link SRM - Master in Scienza e Fede







Il “caso Galileo”. Una rilettura storica, filosofica, teologica

Il Convegno Internazionale di Studi organizzato dalla Fondazione Niels Stensen, con il patrocinio tra gli altri del Pontificio Consiglio della Cultura, si aprirà il 26 maggio presso la basilica di Santa Croce, con due lectiones magistrales dei professori Nicola Cabibbo e Paolo Rossi, per poi proseguire al Palazzo dei Congressi di Firenze e concludersi il 30 maggio nella Villa “il Gioiello”, l'ultima residenza di Galileo, ad Arcetri.

In concomitanza con le celebrazioni dell'Anno Internazionale dell'Astronomia, verrà analizzato il “caso Galileo” in una rilettura storica, scientifica, filosofica, per fare chiarezza sulla vicenda dello scienziato pisano e del suo presunto conflitto con la Chiesa, e in particolare su alcuni punti tuttora male interpretati o non correttamente presentati in ambiti storici e di divulgazione.

Informazioni:

Istituto Stensen, Segreteria Organizzativa. Viale Don Minzoni, 25/A – 50129 Firenze – FI. Tel.: 055.576551 - Fax: 055 582029 - galileo2009@stensen.org

Sito web: www.stensen.org

Link evento, programma, SRM - DISF - Provincia di Firenze





Contacts SRM:

pcentofanti@gmail.com

info@srmedia.org

0039-3386284135

skype: paolo.centofanti

www.srmedia.org

www.srmediait.blogspot.com

www.srmedia.blogspot.com



Copyright (c) 2000-2009   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2019 by DotNetNuke Corporation