Ricerca  
lunedì 23 ottobre 2017 ..:: Newsletter » SRM Newsletter giugno 2009 » SRM Newsletter n. 107 ::.. Registrazione  Login

Portale SRM - Science and Religion in Media

sito web in aggiornamento

logoupra.gif

logomasterscienzafededeflowres.JPG

logostoq.jpg

 SRM Newsletter n. 107

"Darwinismo e biologismo esasperato"

Mons. Fiorenzo Facchini spiega su L'Osservatore Romano come, per quanto l'evoluzione sia certa, e sia “difficile contestare che siano avvenute per processi naturali delle trasformazioni che hanno portato in alcune direzioni a forme di vita via via più complesse”, ciò nonostante “tali processi non siano generalizzabili e ancora non siano ben definiti”. E spesso accade che “le discussioni vadano molto al di là dell'aspetto scientifico, perché finiscono per coinvolgere l'ambito filosofico e teologico”.

Uno degli aspetti problematici nel rapporto tra teorie evolutive e fede in un Dio creatore, è nel fatto che “alcuni studiosi vogliono estendere la teoria darwiniana della evoluzione a una visione della realtà che renderebbe superfluo qualunque riferimento a cause trascendenti”. Questo mentre “molti – tra cui i cristiani – ritengono che l'uomo non sia soltanto un corpo, ma sia arricchito dall'anima spirituale, una convinzione che si basa sul ragionamento ed è confermata dalla fede”. Una idea e una convinzione che “non rappresenta una intrusione della teologia nel campo della scienza, come a volte viene impropriamente rilevato da alcuni, ma è richiesta dalla riflessione filosofica, prima che dalla fede”.

Link articolo, SRM (cortesia L'Osservatore Romano)



I vescovi USA chiedono al Presidente Obama equilibrio tra etica e ricerca scientifica

Il cardinale Francis Eugene George, presidente della Conferenza episcopale degli Stati Uniti ed arcivescovo di Chicago, e monsignor David Malloy, segretario generale della Conferenza episcopale degli Stati Uniti, hanno esortato l'attuale amministrazione a rispettare alcuni principi etici irrinunciabili.

In particolare, Monsignor Malloy ha criticato le linee guida per la ricerca sulle cellule staminali embrionali, definite dai National Institutes of Health (NIH), e che avrebbero perso “un'enorme opportunità per mostrare come la scienza e l'etica possano non solo coesistere ma aiutarsi e arricchirsi l'una con l'altra”.

Ha anche riaffermato come l'embrione che viene distrutto nelle sperimentazioni sia “un essere umano nelle primissime fasi del suo sviluppo”, e

come tale sperimentazione possa essere “giustificabile solo se alternative
meno problematiche dal punto di vista etico non siano disponibili”.

Link notizia, SRM - articolo, SRM (cortesia L'Osservatore Romano)




Il “caso Galileo”

Il convegno dell'Istituto Stensen e le possibili interpretazioni di una vicenda che divideva scienza e religione

Dal 26 al 30 maggio si è svolto a Firenze il convegno internazionale Il caso Galileo. Una rilettura storica, filosofica, teologica, organizzato dall'Istituto Stensen per celebrare il 2009, Anno Internazionale dell’Astronomia, e il 400centesimo anniversario delle prime scoperte astronomiche con l’uso del cannocchiale, realizzate proprio da Galileo nel 1609.

Con l'obiettivo di analizzare il “caso Galileo” in una prospettiva interdisciplinare e alla luce delle più recenti scoperte storiche, e di ridefinire un più sereno rapporto tra scienza e fede, l'evento ha riunito alcuni tra i principali esperti internazionali. Con l'auspicio, sottolineato da P. Ennio Brovedani, direttore della Fondazione Stensen, che “la memoria del passato e la corretta contestualizzazione della vicenda galileiana” contribuiscano “sicuramente a favorire le condizioni per un rapporto di collaborazione e serenità tra la Chiesa e le istituzioni di ricerca”.

Per l'arcivescovo di Firenze, Giuseppe Betori, il “caso Galileo” è stato “Un doloroso malinteso che è stato erroneamente interpretato come il riflesso di una opposizione costitutiva fra scienza e fede”, ma “oggi vi sono tutte le premesse per un riesame sereno e obbiettivo del caso”.

Link SRM




- L'intervento del Prof. Paolo Rossi

Per il Prof. Paolo Rossi, accademico dei Lincei, “nella lunga vicenda della questione galileiana molti hanno parlato di ragioni e di torti, della necessità di esami spassionati e obiettivi e si è per esempio scritto che è 'assai arduo ogni tentativo di ripartire le colpe con oggettività e con giustizia'.”

Rossi si chiede se sia vero “che gli storici hanno lo stesso compito dei giudici di un tribunale”, e pur considerando difficile una chiusura definitiva del “caso Galileo”, si afferma convinto che “nel mondo degli studi sia a volte possibile giungere a conclusioni comuni, indipendenti dai presupposti filosofici o religiosi”.



- Il parere del Prof. Nicola Cabibbo

Per il Prof. Nicola Cabibbo, presidente della Pontificia Accademia delle Scienze, “le scoperte astronomiche riportate da Galileo nel suo Sidereus Nuncius del 1609 sono l'inizio di una doppia rivoluzione”. Prima di tutto perchè “mostrano un mondo più vasto e complesso di quanto si potesse immaginare”, e “più simile alla Terra di quanto si pensasse: la Luna ha le sue montagne, Giove i suoi satelliti”. Vi è stata poi una “seconda rivoluzione”, quella del “metodo, che parte dal perfezionamento di nuovi strumenti per esplorare e misurare il mondo. Il telescopio – sottolinea - è solo il primo passo”.

Purtroppo, “alla Chiesa mancò all’inizio del Seicento una personalità del calibro intellettuale di Tommaso d’Aquino, che sapesse valutare correttamente l’impatto filosofico della nuova scienza, a cominciare proprio dalle scoperte astronomiche fatte da Galileo nel 1609”. Per Cabibbo, oggi come allora si rende necessaria la collaborazione tra scienza e Chiesa.

Link SRM





- P. George Coyne: “un caso chiuso”

Di diverso parere P. George Coyne (già direttore della Specola Vaticana), per il quale “non ha alcun senso continuare a fare battaglie su un caso già chiuso nel quale la Chiesa ha ammesso le proprie responsabilità”, una delle quali fu probabilmente non comprendere “che si trovava di fronte ad uno dei più grandi scienziati di tutti i tempi”.

Gia Papa Giovanni Paolo II, “fin dal suo primo anno di Pontificato, aveva sempre in mente il caso Galileo e arrivò ad affermare che lo scienziato ha dovuto soffrire molto nelle mani della Chiesa”, e insieme al Cardinale Paul Poupard (presidente della commissione incaricata di studiare il caso Galileo) aveva parlato di “errori commessi a nome della Chiesa”.

Oggi, spiega Coyne “le accese 'dispute' nell'ambito del caso Galileo” sono ormai, nella maggior parte dei casi, “improduttive”, ed è anzi necessario “continuare a costruire un dialogo proficuo tra Scienza e Fede vista anche l'apertura contemporanea della Chiesa alla ricerca e alle innovazioni scientifiche”.

Links Libero NewsRadio Vaticana









- Una rilettura storica, filosofica e teologica. La sintesi del Prof. Ugo Baldini

Il Prof. Baldini, dell'Università di Padova, e membro del Pontificio Consiglio di Scienze Storiche, ha pubblicato per L'Osservatore Romano una sintesi del proprio intervento, spiegando anche le caratteristiche e gli obiettivi principali del Convegno, che “si ripromette di portare gli studi a un nuovo punto di avanzamento”.

Non sarà possibile certamente arrivare “a risultati definitivi, perché certe lacune nella documentazione, la delicatezza delle implicazioni e le forti connotazioni ideali che hanno sempre segnato la riflessione sul tema probabilmente impediranno per sempre una ricostruzione non ipotetica in alcuna sua parte, condivisa e di valore permanente (nei limiti in cui questi attributi sono riferibili al lavoro storiografico)”.

Baldini si dice però certo che “la vastità d'impianto, l'ambito internazionale di provenienza dei relatori” e “gli enti promotori”, hanno contribuito a realizzare “un evento che ha pochi analoghi nella pur ricca storia organizzativa degli studi galileiani degli ultimi decenni”.

Link articolo, SRM (cortesia L'Osservatore Romano)




-
I documenti vaticani del processo di Galileo Galilei

La nuova edizione del volume dell'Archivio Segreto Vaticano

Curato da monsignor Sergio Pagano, verrà pubblicato alla fine di giugno. Questo libro vuole essere (come ha dichiarato lo stesso monsignor Pagano) “il contributo umile e silenzioso dell'Archivio Segreto alla celebrazione dell'Anno Internazionale dell'Astronomia”. Raccoglie i procedimenti contro Galileo Galilei negli anni 1615-1616 e 1632-1633, il testo dell’abiura e della condanna, scritti autografi dello scienziato pisano e del cardinale Bellarmino, e altri documenti e carteggi relativi alla vicende processuali.

Alcune pagine sono purtroppo andate perdute. Napoleone portò in Francia molti documenti dell'Archivio Segreto Vaticano, e quando furono restituiti molti erano stati già smarriti o venduti agli antiquari.

Archivio Segreto Vaticano, Città del Vaticano, 2009

pagine 550, 16 tavole fuori testo

"Collectanea Archivi Vaticani", 69

Link Archivio Segreto Vaticano

Link articolo, SRM (cortesia L'Osservatore Romano) - Libero News



Articoli:


Riga per riga tutto il processo a Galileo

L'Osservatore Romano

Convegno a Firenze su Galileo: la riflessione di padre Coyne

Radio Vaticana

Aperto a Firenze un Convegno internazionale sul caso Galileo

Radio Vaticana

San Tommaso visto col cannocchiale

Avvenire

Tutto il mondo a Firenze per riaprire il caso Galileo

Corriere della Sera - Firenze 

Padre Coyne, il caso Galilei è chiuso, guardiamo oltre

Libero News

Le carte segrete del Caso Galileo

Libero News




Eventi recenti:



Master in Scienza e Fede

Chiusura delle attività dell’anno accademico 2008-2009

Presentazione del programma per il nuovo anno accademico

Lo scorso 26 maggio, durante la cerimonia di chiusura dell'anno accademico del Master in Scienza e Fede dell'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, è stato anche presentato il programma per il nuovo Anno Accademico 2009-2010.

Pubblichiamo notizia e immagini dell'evento, ed informazioni sul Master in Scienza e Fede e le sue attività.

Link SRM - Master in Scienza e Fede




Prossimi Eventi:

- La riabilitazione di Galileo

- Il principio antropico

Ciclo di conferenze di P. George Coyne, già direttore della Specola Vaticana, organizzato dall'Accademia delle Scienze di Torino, in collaborazione con la città di Torino, la Provincia di Torino e la Regione Piemonte, e sotto l'Alto Patrocinio del Presidente della Repubblica Italiana.

Dal 3 al 4 giugno 2009, ore 17.30.

Informazioni: Accademia della Scienze di Torino,

Tel. +39-0115620047; Fax: +39-011.532.619, iniziative@accademia.csi.it

Sito www.accademiadellescienze.it/eventi/anno-astronomia/03-06





1609 the Annus Mirabilis of Galileo: European Astronomy at its turnover

Pope Sylvester II and King Seijong the Great: Wisdom, Science, and Government

Due seminari a Seoul del Prof. Costantino Sigismondi, Astrofisico (Università La Sapienza) e docente presso il Master in Scienza e Fede dell'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum. I seminari sono organizzati dall'ARCSEC - The Astrophysical Research Center for the Structure and Evolution of the Cosmos della Sejong University (Seoul), dall'Ambasciata Italiana a Seoul - Ufficio Scienza e Tecnologia, e dall'Istituto Italiano di Cultura di Seoul

8 e 9 giugno 2009, dalle ore 16.30 alle ore 17.30

Room 613, Youngsilwan, Sejong University, Seoul

Informazioni:
Istituto Italiano di Cultura, Tel. 02-796-0634; fax 02-798-2664

segreteria.iicseoul@esteri.it;
www.iicseoul.esteri.it

Ambasciata Italiana a Seoul: Dr. A.Tata, S&T Attaché Tel. 02-796-0491

sciencekor@yahoo.it;

Sejong University: Prof. Hee-Won Lee, Tel. 02-3408-3722,

hwlee@sejong.ac.kr




Storia naturale della Creatività

Convegno organizzato dal Centro Linceo Interdisciplinare Beniamino Segre dell'Accademia dei Lincei e dalla Fondazione Guido Donegani

Dal 3 al 4 giugno 2009, Palazzo Corsini - Via della Lungara 10 – 00165 Roma

Tel. 06-6833131 – 06-68027276; fax 06-6893616

Informazioni: Accademia Nazionale dei Lincei, Palazzo Corsini - Via della Lungara, 10 - 00165 Roma

Tel. 39-06680271; Fax 39-066893616; segreteria@lincei.it;

Link sito web




“Galileo, l'uomo, le stelle”

Ciclo di conferenze organizzate dalla Facoltà di Lettere e Filosofia e la Facoltà di Ingegneria dell'Università del Piemonte Orientale (Vercelli), sui temi dell’Universo tra scienza e letteratura, tra filosofia e astronomia.

Dal 5 giugno al 9 ottobre 2009, ore 17.00

Prossime conferenze:

Gli strumenti della nuova scienza nell’età di Galileo

venerdì 12 giugno 2009

La letteratura delle sfere celesti e del paesaggio lunare

venerdì 19 giugno 2009

Informazioni:

II Facoltà di Ingegneria del Politecnico di Torino,

tel. 0161-226321; enrica.toselli@polito.it; www.vercelli.polito.it

Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi del Piemonte orientale,

tel. 0161-228217; ufficio.presidenza@lett.unipmn.it; www.lett.unipmn.it






Contacts SRM:

pcentofanti@gmail.com

info@srmedia.org

0039-3386284135

skype: paolo.centofanti

www.srmedia.org

www.srmediait.blogspot.com

www.srmedia.blogspot.com




  

Copyright (c) 2000-2009   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2017 by DotNetNuke Corporation