Ricerca  
giovedì 21 novembre 2019 ..:: Newsletter » SRM Newsletter luglio 2009 » SRM Newsletter n. 111 ::..   Login
Il sito www.srmedia.org è stato migrato dal 2010 al nuovo sito www.srmedia.info Sul presente sito non vi sono utenti attivi né precedentemente registrati, e non è più possibile registrarsi Privacy Policy Chi siamo L’indirizzo del nostro sito web è: http://www.srmedia.org. Come abbiamo già specificato, è stato migrato dal 2010 al nuovo sito www.srmedia.info Quali dati personali raccogliamo e perché li raccogliamo Commenti: non è possibile lasciare commenti su questo sito Media: non potete caricare immagini o video su questo sito. Le immagini caricate precedentemente non contengono informazioni sulla posizione. Modulo di contatto Cookie Non è possibile lasciare commenti o accedere con account su questo sito. Non è possibile caricare o modificare articoli su questo sito. Contenuto incorporato da altri siti web: su questo sito non vi sono contenuti incorporati (ad esempio video, immagini, articoli, ecc.) da altri siti web. Analytics Con chi condividiamo i tuoi dati Per quanto tempo conserviamo i tuoi dati Non è possibile inserire commenti a pagine o articoli di questo sito web. Gli utenti non possono registrarsi al nostro sito web. Non esistono informazioni personali su utenti, perché non vi sono utenti registrati. Gli amministratori del sito web non possono quindi vedere e modificare informazioni su eventuali utenti, perché non previsti su questo sito web. Quali diritti hai sui tuoi dati: Non vi sono account, né quindi dati personali su questo sito. Dove spediamo i tuoi dati: non spediamo dati di alcun tipo. Le tue informazioni di contatto pcentofanti@gmail.com Informazioni aggiuntive Come proteggiamo i tuoi dati Quali procedure abbiamo predisposto per prevenire la violazione dei dati Da quali terze parti riceviamo dati Quale processo decisionale automatizzato e/o profilazione facciamo con i dati dell’utente Requisiti di informativa normativa del settore

Mons. Gianfranco Ravasi “Ama intensamente l'intelligenza”

Il Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, Mons. Gianfranco Ravasi, pubblica sull'Osservatore Romano una riflessione sul rapporto tra fede e ragione, che anticipa la conversazione da lui tenuta con il Prof. Ugo Amaldi, nella cattedrale di Pisa, il 2 luglio scorso.

È necessario, spiega Ravasi, “lasciar cadere l'orgogliosa autosufficienza dello scienziato che relega la teologia nel deposito dei relitti di un paleolitico intellettuale, superato da chi corre gloriosamente sul luminoso e progressivo viale della scienza moderna”, ma allo stesso tempo “si deve anche vincere la tentazione del teologo che si illude di perimetrare i campi della ricerca scientifica o di finalizzarne i risultati apologeticamente a sostegno delle sue tesi”. Mons. Ravasi cita Schelling, e il grande fisico Max Planck, che “nel suo saggio sulla Conoscenza del mondo fisico, scriveva che «scienza e religione non sono in contrasto, ma hanno bisogno una dell'altra per completarsi nella mente di un uomo che pensa seriamente».

Link SRM (cortesia L'Osservatore Romano)



Mons. Sergio Pagano: il caso Galileo una lezione di umiltà per la scienza e per la Chiesa

Durante la presentazione del volume I documenti vaticani del processo di Galileo Galilei (1611-1741) (vedi sotto), Mons. Pagano, rispondendo alle domande di alcuni giornalisti, ha spiegato che “il caso Galileo insegna alla scienza a non presumere di fare da maestra alla Chiesa in materia di fede e di Sacra Scrittura e insegna alla Chiesa contemporaneamente ad accostarsi ai problemi scientifici – fossero anche quelli legati alla più moderna ricerca sulle staminali, per esempio – con molta umiltà e circospezione”.

L'affermazione ha suscitato varie reazioni, e c'è in corso un dibattito, che però probabilmente va anche oltre le intenzioni della dichiarazione. Segnaliamo alcuni degli articoli su questo tema.

Link Radio Vaticana - ANSA

Il dibattito

Il GiornaleBlog Il Giornale.itIl Foglio - Corriere della SeraLa Repubblica





40 anni dopo il primo sbarco sulla Luna, nuove missioni per esplorare il nostro satellite e lo spazio

Il prossimo 20 luglio si celebrano i 40 anni dal primo sbarco di esseri umani sulla Luna, e proprio in questi giorni la NASA ne ha iniziato nuove esplorazioni con le sonde Lunar Crater Observation and Sensing Satellite (LCROSS), e Lunar Reconnaissance Orbiter (LRO), che potrebbero essere preparatorie ad un già concreto progetto di realizzare basi stabili sul nostro satellite.

Nel frattempo l'ESA, l'Agenzia spaziale europea, sta progettando ExoMars, una missione su Marte per il 2016, mirata allo studio dell'ambiente biologico e geochimico del pianeta, alla ricerca di eventuali tracce di vita passata e ad individuare i luoghi in cui l'acqua è presente sul pianeta stesso. Si tratterà probabilmente di un progetto congiunto con la NASA, che sta anche completando la missione Mars Science Laboratory, per il 2011, con un rover molto più grande degli attuali Spirit e Opportunity, che nonostante fossero programmati per operare fino a pochi mesi dopo il loro arrivo, nel 2004, continuano ancora oggi ad effettuare analisi e trasmetterne i dati alla terra.

Link SRM (cortesia L'Osservatore Romano)



La Sindone opera di Leonardo Da Vinci?

L'ipotesi che la Sindone sia in realtà opera di Leonardo da Vinci non è nuova, e per quanto sia smentita già dai semplici dati storiografici (si hanno notizie storiche certe del Sacro telo molto prima della nascita di Leonardo), è stata ripresa più volte, sia da alcuni reportages che da scrittori, giornalisti, e alcuni studiosi di varie discipline scientifiche o artistiche.

A meno di un anno dalla prossima ostensione ufficiale, nel 2010, alcune dichiarazioni di Lillian Schwartz, una specialista in grafica della School of Visual Arts di New York, e della scrittrice Vittoria Haziel, pur con tesi diverse (per la Schwarz la Sindone sarebbe una vera e propria “antica fotografia”, mentre per la Haziel un semplice autoritratto realizzato con un ferro arroventato) rilanciano questa ipotesi, poco fondata sia dal punto di vista storico, sia dal punto di vista delle analisi del telo.

Link ANSA - Corriere della SeraIl Tempo




Paolo Galluzzi: “Galileo, un caso riaperto”

In un articolo su Il Sole 24 Ore del 10 maggio scorso, Paolo Galluzzi, Direttore dell'Istituto e Museo di Storia delle Scienze di Firenze, prende sul “caso Galileo” una posizione critica nei confronti della Chiesa, che dal suo punto di vista vorrebbe “sancirne unilateralmente la conclusione perché esso mostra meglio di altri episodi la natura storica, evolutiva e terrena dell'istituzione religiosa, sottoposta ai condizionamenti del contesto, fondata su assetti dottrinali che mutano nel tempo, affidata alla responsabilità di personaggi che errano umanamente”.

Per Galluzzi invece “il caso Galileo” (che in realtà anche nella Chiesa è ancora oggetto di studio e discussione, v. SRM) non sarebbe “mai stato così aperto come oggi”, e sarebbe un caso “problematico, ambiguo e arduo da risolvere perché torna a prospettarsi in modi e con significati continuamente mutevoli in momenti diversi della storia moderna”.

Link articolo, SRM (cortesia Il Sole 24 Ore)




Recensioni:
Neuro-Mania, il cervello non spiega chi siamo

Segnaliamo una nuova recensione del libro Neuro-Mania, il cervello non spiega chi siamo, di Paolo Legrenzi e Carlo Umiltà.

Nell'articolo, pubblicato da Il Giornale di Bioetica, si spiega come i mezzi di comunicazione diano una “sempre crescente attenzione alla ricerca nell’ambito delle neuroscienze”, e mentre “le pagine dei giornali si riempiono di scansioni cerebrali (coloratissime PET e fRMI) che indicano con precisione quali particolari strutture dell’encefalo sono deputate ad una certa funzione, se non addirittura ad un certo tipo di carattere, comportamento, orientamento politico, e persino credo religioso” avanzano presunte “nuove discipline come la neuroeconomia, il neuromarketing, la neuroestetica, la neuroetica, la neuroteologia”.

Una “vera e propria Neuro-mania”, che però con un “approccio materialista e meccanicistico finisce per privare di ogni possibile volontà e libertà l’essere umano”, che finirebbe per essere una sorta di automa biochimico che “semplicemente funziona, non desidera e non ama, crede di farlo ma in realtà dalla nascita alla morte non fa altro che funzionare in modo passivo e automatico, perché non può far altro che questo”.

Link Il Giornale di Bioetica





Libri

I documenti vaticani del processo di Galileo Galilei (1611-1741)

Il 2 luglio scorso è stato presentato ai giornalisti accreditati, nel corso di un briefing organizzato presso la Sala Stampa vaticana, la nuova edizione de I documenti vaticani del processo di Galileo Galilei (1611-1741) curata, come nella precedente del 1984, da Mons. Sergio Pagano, ed edita dall'Archivio Segreto Vaticano.

Nel volume, con molte annotazioni e note bibliografiche, sono stati inseriti altri documenti dell'Archivio Segreto Vaticano e della Biblioteca Apostolica Vaticana, tra cui i decreti della Congregazione del Sant'Uffizio e il cosiddetto "G3", ovvero la denuncia dell'atomismo del Saggiatore, fondamento dell'ipotesi di un'eresia eucaristica di Galileo, formulata nel 1983 da Pietro Redondi.

L'Osservatore Romano pubblica una breve recensione che segnaliamo e pubblichiamo sul sito SRM.

Link Radio VaticanaSRM (cortesia L'Osservatore Romano)

SRM, da Avvenire







Eventi recenti

Fede e Scienza. Una conversazione tra Mons. Gianfranco Ravasi ed il Prof. Ugo Amaldi

L'evento si è svolto il 2 luglio scorso nella Cattedrale di Pisa, nell’ambito delle celebrazioni galileiane in Pisa, promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Pisa, con il consenso dell’Arcivescovo di Pisa Mons. Giovanni Paolo Benotto, e in collaborazione con l’Opera della Primaziale Pisana.

La conversazione tra Mons. Ravasi ed il Prof. Amaldi, ispirata alle lettere di Galileo Galilei all'Abate Benedetto Castelli del dicembre 1613, è stata introdotta proprio da Mons. Giovanni Paolo Benotto.

Link La Nazione (Rassegna Stampa Università di Pisa)





Prossimi Eventi:



Evoluzione e Comportamento

Scuola estiva organizzata dalla Specializzazione “Scienza e Filosofia” della Pontificia Università Gregoriana e dal Master in Scienza e Fede dell'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, sotto il Patrocinio del Progetto STOQ, del Monastir de Poblet e della Fondació Poblet.

L'evento, che si svolge dal 6 all'11 Luglio 2009 presso il Monastero di S. Maria di Poblet, in Catalogna (Spagna), è destinato a studenti e professori interessati ai temi dell'evoluzione biologica, dal punto di vista della filosofia, della biologie, e del rapporto tra scienza e fede.

È previsto un evento pubblico, organizzato dalla Fondació Poblet, con una conferenza del Prof. Gennaro Auletta su “Comportamento, apprendimento e memoria: L’uomo come mammifero e primate”, ed un concerto del pianista Ricard Rovirosa. Venerdì 10 luglio, dalle 15.30 alle 19.00.

Per informazioni: Ivan Colagè, Specializzazione “Scienza e Filosofia” (PUG)
tel.: 06.6701.5357;
sciephil@unigre.it

Link SRM


Religion, Nature, and Progress

Third International Interdisciplinary Conference, organizzata dall'International Society for the Study of Religion, Nature & Culture (ISSRNC), dal 23 al 26 luglio 2009, presso la University of Amsterdam.

Presentazione della conferenza e dei relatori:
www.religionandnature.com/society/pdf/ConferenceDescription Speakers.pdf

Programma provvisorio: www.religionandnature.com/society/pdf/AmsterdamProgram.pdf

Per partecipare al convegno è necessario iscriversi:
www.eventure-online.com/eventure/welcome.do?type=participant&congress=30_NRP

Informazioni: Conference Office: tel. 31-205254791; conference@uva.nl

University of Amsterdam - Department of the Study of Religion
Oude Turfmarkt 147 - 1012 GC Amsterdam - The Netherlands
c.k.m.vonstuckrad@uva.nl

Link sito web








Contacts SRM:

pcentofanti@gmail.com

info@srmedia.org

0039-3386284135

skype: paolo.centofanti

www.srmedia.org

www.srmediait.blogspot.com

www.srmedia.blogspot.com



Copyright (c) 2000-2009   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2019 by DotNetNuke Corporation