Ricerca  
domenica 15 settembre 2019 ..:: Newsletter » SRM Newsletter novembre 2009 » SRM Newsletter n. 120 ::..   Login
Il sito www.srmedia.org è stato migrato dal 2010 al nuovo sito www.srmedia.info Sul presente sito non vi sono utenti attivi né precedentemente registrati, e non è più possibile registrarsi Privacy Policy Chi siamo L’indirizzo del nostro sito web è: http://www.srmedia.org. Come abbiamo già specificato, è stato migrato dal 2010 al nuovo sito www.srmedia.info Quali dati personali raccogliamo e perché li raccogliamo Commenti: non è possibile lasciare commenti su questo sito Media: non potete caricare immagini o video su questo sito. Le immagini caricate precedentemente non contengono informazioni sulla posizione. Modulo di contatto Cookie Non è possibile lasciare commenti o accedere con account su questo sito. Non è possibile caricare o modificare articoli su questo sito. Contenuto incorporato da altri siti web: su questo sito non vi sono contenuti incorporati (ad esempio video, immagini, articoli, ecc.) da altri siti web. Analytics Con chi condividiamo i tuoi dati Per quanto tempo conserviamo i tuoi dati Non è possibile inserire commenti a pagine o articoli di questo sito web. Gli utenti non possono registrarsi al nostro sito web. Non esistono informazioni personali su utenti, perché non vi sono utenti registrati. Gli amministratori del sito web non possono quindi vedere e modificare informazioni su eventuali utenti, perché non previsti su questo sito web. Quali diritti hai sui tuoi dati: Non vi sono account, né quindi dati personali su questo sito. Dove spediamo i tuoi dati: non spediamo dati di alcun tipo. Le tue informazioni di contatto pcentofanti@gmail.com Informazioni aggiuntive Come proteggiamo i tuoi dati Quali procedure abbiamo predisposto per prevenire la violazione dei dati Da quali terze parti riceviamo dati Quale processo decisionale automatizzato e/o profilazione facciamo con i dati dell’utente Requisiti di informativa normativa del settore


2 novembre 2009



Papa Benedetto XVI: "Tra fede e ragione esiste una naturale amicizia, fondata nell'ordine stesso della creazione"

Nell'udienza generale di mercoledì 28 ottobre, dedicando il proprio discorso alla teologia monastica e scolastica, il Pontefice ha voluto anche riaffermare l'amicizia tra ragione e fede, uno dei punti cardine del suo Magistero e della sua riflessione di filosofo e teologo.

Già “i rappresentanti della teologia scolastica”, ha spiegato, erano “desiderosi di mostrare la ragionevolezza e la fondatezza dei Misteri di Dio e dell'uomo, creduti con la fede, certo, ma compresi pure dalla ragione”; e ancora oggi ci rammentano che “tra fede e ragione esiste una naturale amicizia, fondata nell'ordine stesso della creazione”. Infatti “la fede è aperta allo sforzo di comprensione da parte della ragione” e “la ragione, a sua volta, riconosce che la fede non la mortifica, anzi la sospinge verso orizzonti più ampi ed elevati”. Ed è qui che “si inserisce la perenne lezione della teologia monastica. Fede e ragione, in reciproco dialogo, vibrano di gioia quando sono entrambe animate dalla ricerca dell'intima unione con Dio”.

Link SRM (cortesia L'Osservatore Romano)





Ostensione 2010: il Santo Padre pregherà di fronte alla Sindone

Il Cardinale Severino Poletto, arcivescovo di Torino, ha annunciato con una lettera ufficiale che per l'Ostensione della Sindone Papa Benedetto XVI il 2 maggio 2010 sarà a Torino, dove pregherà davanti al Sacro Telo, celebrerà la solenne cerimonia Eucaristica e reciterà poi l'Angelus in conclusione dell'evento.

La prossima Solenne Ostensione è stata voluta dallo stesso Pontefice, ed è stata decisa dopo le numerose richieste di fedeli laici ed ecclesiastici, anticipando la regolare Ostensione Giubilare prevista per il 2025.

Link La Stampa - Il TempoRadio VaticanaASCA - Panorama







"Passio Christi, Passio hominis"

Nel sito ufficiale della Santa Sindone il Cardinale Severino Poletto ci spiega che “per noi oggi la Sindone è richiamo forte a contemplare, nell’immagine, il dolore di ogni uomo, le sofferenze a cui spesso non sappiamo neppure dare un nome”; da questa riflessione deriva il tema scelto per l'ostensione: «Passio Christi passio hominis».

Un tema che è “cuore del messaggio della Sindone”, insieme alla “carità reciproca tra fratelli”, con l'augurio “che la Sindone possa essere, per chi vuole conoscerla, una grande opportunità per conoscere e amare meglio se stessi, i fratelli e il Signore Gesù Cristo”.

Link Sito ufficiale Santa Sindone Sito ufficiale Santa Sindone




Il Cardinale Severino Poletto

Intervistato da RadioVaticana, il Card. Poletto ha spiegato come le analisi al radiocarbonio 14 effettuate nel 1988 non siano state decisive, e come vi sia anzi “grande discussione”: molti studiosi “mettono in dubbio quel risultato, anche perché per il Simposio scientifico dell’anno 2000, durante l’Ostensione, c’erano scienziati di tutto il mondo, e quando si è parlato del carbonio 14, su quattro interventi due erano a favore, per dire che la data medievale corrispondeva alla verità, e due fortissimamente contrari, perché secondo loro il metodo usato non ha tenuto conto della particolare storia e vicenda della Sindone, che è passata in tantissime mani”.

Il cardinale ha escluso per il momento nuove ricerche scientifiche sulla Sindone, sottolineando però che “la Sindone è del Santo Padre e per permettere nuove ricerche sul Telo sindonico” è necessario il suo consenso.

Dobbiamo poi ricordare le parole di Papa Giovanni Paolo II: «non tocca alla Chiesa stabilire se è autentico o no, quali sono le date, perché tocca alla storia, agli storici e agli scienziati. La nostra fede, però, non è fondata sulla Sindone, per cui noi non ci preoccupiamo».

Link RadioVaticana






Astrum 2009. Astronomia e strumenti: il patrimonio storico italiano quattrocento anni dopo Galileo

I Musei Vaticani, in collaborazione con la Specola Vaticana e il Pontificio Consiglio della Cultura, ospitano questa mostra dedicata alla storia e al presente dell'astronomia e al suo rapporto con la filosofia e la teologia.

L'evento è stato presentato ufficialmente lo scorso 13 ottobre nella Sala Stampa della Santa Sede, con la partecipazione di Mons. Gianfranco Ravasi, Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, del prof. Antonio Paolucci, direttore dei Musei Vaticani, di P. José Gabriel Funes, Direttore della Specola Vaticana, di Tommaso Maccacaro, presidente dell'Istituto Nazionale di Astrofisica, e della curatrice Ileana Chinnici.

Pubblichiamo da L'Osservatore Romano stralci del discorso di saluto del Cardinale Segretario di Stato, Tarcisio Bertone, e articoli di Mons. Ravasi e del prof. Paolucci.





- Il cielo ci sovrasta eppure è dentro di noi

Il Cardinale Bertone nel suo discorso di saluto ha richiamato l'Angelus pronunciato da Papa Benedetto XVI il 21 dicembre 2008, in cui il Santo Padre aveva parlato dell'armonia tra religione ed astronomia, mostrandone come esempio la meridiana di Piazza San Pietro, e aveva anche anticipato l'Anno Internazionale dell'Astronomia e le celebrazioni dedicate a Galileo.

È evidente – ha spiegato il Segretario di Stato Vaticano - come l'armonia tra la fede e la scienza costituisca uno degli aspetti caratterizzanti del magistero di Benedetto XVI, in continuità con l'enciclica Fides et ratio del servo di Dio Giovanni Paolo II”.

D’altra parte, la mostra organizzata presso i Musei Vaticani, “rappresenta, più di qualunque discorso, una prova inconfutabile della ritrovata serenità su una questione, quella di Galileo, che ha a lungo segnato i rapporti tra la Chiesa e il mondo scientifico”. Ed è proprio “l'astronomia, tra tutte le scienze”, quella che probabilmente “possiede la più forte carica simbolica per alludere all'orizzonte dell'infinito, del mistero, a quello spazio, cioè, in cui l'uomo, con la sua fragilità e la sua grandezza, è immerso”.

Link SRM (cortesia L'Osservatore Romano)





- Il cielo tra fisica e metafisica

Il testo di Mons. Ravasi parte da un aneddoto personale e da una riflessione sul celebre testo di Kant: «Due cose riempiono l'animo di ammirazione e di riverenza sempre nuove e crescenti, quanto più spesso e a lungo il pensiero vi si sofferma: il cielo stellato sopra di me e la legge morale in me»; un motto che, “nei nostri giorni gaudenti – spiega il Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura – sembra “decisamente accantonato. Il cielo, infatti, è nascosto spesso da una coltre di smog e la legge morale è subito tacitata dalla sguaiatezza e dalla superficialità”.

In realtà, anche se non siamo scienziati, non possiamo perdere “questa straordinaria dualità che è in noi” e dobbiamo ricordare che “fisica e metafisica”, pur essendo due differenti “percorsi conoscitivi non sovrapponibili”, non sono in opposizione, “anzi, nella nostra conoscenza si guardano, dialogano e si ascoltano reciprocamente”.

Link SRM (cortesia L'Osservatore Romano)





- Occhi lunghi per guardare le stelle

Nel titolo dell'articolo del prof. Antonio Paolucci, direttore dei Musei Vaticani si cita la presentazione, nel catalogo della mostra, del direttore della Specola Vaticana, padre José Gabriel Funes, il quale racconta che “gli indiani del Keat Peak nella riserva dell'Arizona dove sono installati i telescopi più potenti del mondo, chiamano the people with long eyes (la gente dagli occhi lunghi) gli scienziati e i tecnici che di notte si ritirano nei loro misteriosi avamposti ipertecnologici a scrutare i limpidi cieli stellati del deserto di altura”.

Occhi lunghi intesi anche come metafora, perché “non bastano gli occhi che Dio ci ha dato”, ma “ci vogliono strumenti assai più efficaci, ausili conoscitivi e tecnici molto più elaborati e affidabili”, sia “perché lo sguardo diventi davvero lungo”, sia per comprendere che “non si può vivere sulla Terra senza cercare di capire l'infinito incognito che ci circonda e ci sovrasta”, in una ricerca continua, dovuta a due ragioni che hanno anche “mosso gli uomini a scrutare i cieli: la curiosità e lo stupore”.

Link SRM (cortesia L'Osservatore Romano)






Libri



Una ragionevole fede

Logos e dialogo in John Henry Newman

Il libro raccoglie gli atti del convegno internazionale su John Henry Newman che si è svolto a Milano presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore il 26 e il 27 marzo 2009 (Milano, Vita e Pensiero, 2009, p. 252, € 20).

Un omaggio alla figura e al pensiero di Newman che, come spiegano i due curatori in un articolo sull'Osservatore Romano, aveva in sé tre caratteristiche fondamentali: “la passione per la verità”, “l'impegno per la formazione”, “la sua premura di stabilire relazioni personali”.

Link SRM (cortesia L'Osservatore Romano)






42 giorni

Di Miguel Lorente

L'autore, considerato tra i maggiori esperti nel campo delle analisi ematologiche e del DNA, consulente per l’FBI e per istituzioni spagnole, analizza e spiega scientificamente le varie fasi del percorso di sofferenza di Gesù, dal suo sudar sangue dopo l'ultima cena alla flagellazione, alla via Crucis, alla morte sulla croce.

Nel volume Lorente cita anche le analisi statistiche di Gary R. Habermas e Kenneth H. Stevenson, per le quali le probabilità che la Sindone sia stata realmente il lenzuolo funebre di Gesù sarebbero 83 milioni di volte maggiori dell'ipotesi opposta.

Editrice Nord, 2009
Pagine: 276

Link Il RecensoreEditrice Nord







Eventi Recenti



P. Rafael Pascual: Sant'Anselmo ci insegna che “la fede non è un ostacolo alla ragione ...

ma piuttosto una ‘provocazione’ e uno stimolo. La vera fede cerca di capire. Promuove la ricerca, la riflessione, la stessa filosofia”.

Questo uno dei punti cardine della filosofia di Sant'Anselmo, e una delle riflessioni del saluto introduttivo di P. Rafael Pascual LC, Decano della Facoltà di Filosofia e Direttore del Master in Scienza e Fede, durante la Giornata di studio Sant’Anselmo d’Aosta, “Doctor Magnificus”, organizzata dal Master in Scienza e Fede e dalla Facoltà di Filosofia dell'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum.

L'evento, ha spiegato P. Pascual, “è una continuazione ideale del convegno sull’enciclica Fides et ratio, organizzato dalla nostra facoltà lo scorso mese di marzo, in cui vediamo proprio un esempio di quell’armonia tra la fede e la ragione nella persona di Sant’Anselmo d’Aosta”.

Link Caserta24ore - UPRA






Prossimi Eventi



Il dibattito filosofico sulla fisica quantistica

Conferenza del Prof. Julio Moreno-Dávila (AGSB, Svizzera) per il Modulo Le fondamenta della materia fisica del Master in Scienza e Fede.

Martedi 3 novembre 2009, dalle ore 17.10 alle ore 18.40

Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, Roma – Aula Magna (2º piano)

Link Master in Scienza e Fede







Plant genetic resources for food and agriculture. General aspects and research opportunities

Workshop internazionale organizzato dall’Accademia Nazionale dei Lincei, dal 5 al 6 novembre 2009.

Sulla pagina web del convegno è possibile consultare il programma della manifestazione, e altre informazioni sulle modalità per partecipare.

Link programma, Lincei - evento, Lincei






Ai Crinali della Storia, padre Matteo Ricci (1552-1610)

Una mostra dedicata a P. Matteo Ricci, missionario e astronomo (1552-1610), nel IV centenario della sua morte, organizzata presso la Città del Vaticano dal Comitato promotore delle celebrazioni centenarie di Padre Ricci, in collaborazione con i Musei Vaticani, la Pontificia Università Gregoriana e la Curia Generalizia della Compagnia di Gesù.

La rassegna, che espone anche reperti del Museo Missionario Etnologico Vaticano, del Museo Nazionale di Arte Orientale e di altre istituzioni museali e scientifiche, si svolge dal 29 ottobre 2009 al 24 gennaio 2010, ed è strutturata in cinque sezioni:

- La Compagnia di Gesù e Padre Matteo Ricci. Ritratti e documenti;
- La Roma di Matteo Ricci;
- Matteo Ricci e la Cina;
- L’opera scientifica e geografica;
- L’eredità/inculturazione.

Piazza San Pietro, Braccio Carlo Magno, Vaticano – Roma

Link Gesuiti.itIl Messaggero




 

Contacts SRM:

pcentofanti@gmail.com

info@srmedia.org

0039-3386284135

skype: paolo.centofanti

www.srmedia.org

www.srmediait.blogspot.com

www.srmedia.blogspot.com

 



Copyright (c) 2000-2009   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2019 by DotNetNuke Corporation