Ricerca  
giovedì 21 novembre 2019 ..:: Newsletter » SRM Newsletter dicembre 2009 » SRM Newsletter n. 125 ::..   Login
Il sito www.srmedia.org è stato migrato dal 2010 al nuovo sito www.srmedia.info Sul presente sito non vi sono utenti attivi né precedentemente registrati, e non è più possibile registrarsi Privacy Policy Chi siamo L’indirizzo del nostro sito web è: http://www.srmedia.org. Come abbiamo già specificato, è stato migrato dal 2010 al nuovo sito www.srmedia.info Quali dati personali raccogliamo e perché li raccogliamo Commenti: non è possibile lasciare commenti su questo sito Media: non potete caricare immagini o video su questo sito. Le immagini caricate precedentemente non contengono informazioni sulla posizione. Modulo di contatto Cookie Non è possibile lasciare commenti o accedere con account su questo sito. Non è possibile caricare o modificare articoli su questo sito. Contenuto incorporato da altri siti web: su questo sito non vi sono contenuti incorporati (ad esempio video, immagini, articoli, ecc.) da altri siti web. Analytics Con chi condividiamo i tuoi dati Per quanto tempo conserviamo i tuoi dati Non è possibile inserire commenti a pagine o articoli di questo sito web. Gli utenti non possono registrarsi al nostro sito web. Non esistono informazioni personali su utenti, perché non vi sono utenti registrati. Gli amministratori del sito web non possono quindi vedere e modificare informazioni su eventuali utenti, perché non previsti su questo sito web. Quali diritti hai sui tuoi dati: Non vi sono account, né quindi dati personali su questo sito. Dove spediamo i tuoi dati: non spediamo dati di alcun tipo. Le tue informazioni di contatto pcentofanti@gmail.com Informazioni aggiuntive Come proteggiamo i tuoi dati Quali procedure abbiamo predisposto per prevenire la violazione dei dati Da quali terze parti riceviamo dati Quale processo decisionale automatizzato e/o profilazione facciamo con i dati dell’utente Requisiti di informativa normativa del settore

21 dicembre 2009


Dal telescopio di Galileo alla cosmologia evolutiva

Appunti dal convegno alla Pontificia Università Lateranense - 2

Pubblichiamo la seconda parte di abstract ed estratti dal Convegno Internazionale svoltosi dal 30 novembre al 2 dicembre scorsi presso la Pontificia Università Lateranense


- Mons. Gianfranco Ravasi: l'idea di “creatio ex nihilo” è intrinseca alle Sacre Scritture …

... e non è una elaborazione successiva dovuta alla traduzione greca dei Sacri testi. Rispondendo a una domanda ricevuta nella giornata inaugurale del convegno, il Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura ha riaffermato il proprio punto di vista, spiegato nella sua relazione: “il concetto di creazione ex nihilo, anche se non formalizzato completamente e secondo la metafisica, cosa questa possibile soltanto con il linguaggio greco, è già presente dall'inizio nelle Scritture, attraverso simboli del nulla”; ed è un concetto che “il mondo semitico aveva sicuramente già intuito”.

Si comprende quindi “come l'interpretazione, l'ermeneutica di quei simboli sia fondamentale”, e sia necessario lo “sforzo di individuare un linguaggio, una metodologia e una gnoseologia, che è quella semitica, la quale procede in maniera simbolica, e ha cercato in tutti i modi di esprimere categorie molto sofisticate”, tra cui appunto quella del nulla, mentre nella traduzione greca, che ha evidentemente difficoltà con queste categorie, questo concetto viene tradotto con “materia informe”.

Link SRM



- Per il prof. Carlo Rubbia, la creazione dell'Universo è spiegabile in termini di meccanica quantistica

Intervenuto alla fine della mattinata inaugurale, il prof. Rubbia, premio Nobel per la Fisica, ha voluto sottolineare che “per quanto riguarda la creazione dell'Universo, il Big Bang, noi sappiamo […] che l'energia dello spazio vuoto è esattamente uguale all'energia dello spazio pieno”. Da un punto di vista fisico, questo significa “che quando si è creato l'universo non c'è stato dispendio di energia addizionale; perché l'energia dell'universo è fatta di due componenti: una componente negativa, che è energia potenziale, e una componente positiva, che è energia effettiva; e la somma dei due fa zero”. Mentre la fisica classica non spiega questa realtà, “solo la meccanica quantistica permette di fare transizione da due stati isoenergetici, come sono lo spazio vuoto (prima della creazione) e lo spazio pieno (dopo la creazione).

Una ipotesi che il prof. Stephen Hawking (che non ha potuto essere presente all'evento) avrebbe illustrato e spiegato nella sua relazione, e che per Rubbia “merita certamente di essere studiata meglio”.

Link SRM



- Una possibile nuova armonia tra teoria della relatività, meccanica quantistica e metafisica

Questo il senso dell'intervento del prof. Enrico Berti, per il quale “dopo la cosiddetta seconda rivoluzione scientifica, quella verificatasi tra Ottocento e Novecento a opera della teoria delle relatività, del principio di indeterminazione e della fisica quantistica, si è compreso il carattere non necessario, ma approssimativo, cioè statisticamente probabile, della scienza in generale e quindi della stessa cosmologia fisica, quello stesso carattere approssimativo che secondo Aristotele distingueva la fisica dalla matematica”.

Il contrasto tra filosofia e fisica classica quindi non era inevitabile, ma, anzi solamente apparente, proprio perché la stessa meccanica classica non era in grado di spiegare la totalità dei fenomeni fisici, soprattutto quando essi divengono indeterminabili e variabili. Così “in tempi recenti”, grazie a relatività e meccanica quantistica, “è venuto meno il pericolo di un contrasto tra la fisica e la metafisica, cioè si è ristabilita grazie alla costruzione di una nuova fisica quell'armonia tra scienza e filosofia che esisteva al tempo di Aristotele”.

Link SRM (cortesia L'Osservatore Romano)





Una “nuova sindone”, o una nuova piccola confusione?

Nei giorni scorsi è apparsa la notizia del ritrovamento di un sudario funerario nella Città Vecchia di Gerusalemme, che risalirebbe al 70dc circa, ma che, per le sue caratteristiche di filatura, non sarebbe compatibile con la Sindone conservata nel Duomo di Torino. Questa avrebbe quindi un tessuto, secondo alcuni, troppo “ricco” e troppo elaborato per essere originaria del I secolo, e quindi potrebbe riproporsi l'ipotesi di datazione ad epoca medioevale. La “scoperta” sarebbe casuale, frutto di una ricerca effettuata per studiare la diffusione della lebbra in Palestina.

In realtà, trovare un reperto di una certa epoca diverso da un altro dello stesso tipo, scientificamente non proverebbe molto, come non proverebbe nulla ad esempio confrontare la tomba di un alto dignitario dell'antico Egitto, con quella coeva di un membro delle dinastie reali, oppure di un popolano.

Rimandiamo alle valutazioni di esperti per il tessuto, e pubblichiamo una analisi dell'informazione sulla Sindone di questi ultimi mesi, tra cui due recenti libri di Barbara Frale, e le sue ipotesi storiche, che hanno suscitato diverse reazioni nel mondo culturale e nella comunità degli studiosi.

Link SRM





Se il “conflitto” tra evoluzione e fede prende “svolte” impreviste

Il convegno sull'evoluzionismo, organizzato dal prof. Roberto De Mattei lo scorso 23 febbraio, e basato principalmente sull'ipotesi di una insufficienza dell'evoluzionismo stesso a spiegare la realtà biologica, aveva già suscitato alcune polemiche; la recente pubblicazione degli atti, con il significativo titolo Evoluzionismo: il tramonto di un’ipotesi (Cantagalli), ha riacceso la polemica e le critiche, in particolare da parte del filosofo Telmo Pievani nella rivista Micromega, che già aveva fortemente criticato l'iniziativa e i suoi contenuti, e più recentemente dell'Unità.

Pubblichiamo una breve analisi, con articoli anche da Libero, Il Giornale e altre pubblicazioni, che illustrano le varie posizioni, e in alcuni casi interpretazioni, su questo “caso”.

Link SRM





Libri


L’infinitamente grande. L’astronomia e il Vaticano

A cura di Guy J. Consolmagno, Specola Vaticana

Un libro divulgativo sulla storia della Specola Vaticana, le attuali attività di ricerca, e le ragioni che hanno spinto la Chiesa ad istituire questo particolare Osservatorio astronomico, gestito da Gesuiti, sacerdoti ed astronomi.

Pubblicato dalla Libreria Editrice Vaticana in collaborazione con la De Agostini Editore, il libro è stato curato da P. Guy J. Consolmagno, astronomo della Specola, ed è stato presentato il 10 dicembre scorso presso i Musei Vaticani.

L’infinitamente grande. L’astronomia e il Vaticano

Libreria Editrice Vaticana, 2009, pagine 231, € 29,90

Link SRM (cortesia L'Osservatore Romano) – Radio Vaticana



L’illusione dell'ateismo. Perché la scienza non nega Dio

Di Roberto Giovanni Timossi

Una ideale “replica” ai tanti libri pubblicati da scrittori atei per dimostrare la non esistenza di Dio. Il libro è presentato dal Card. Angelo Bagnasco, Presidente della CEI.

Dalla scheda:

“Il tema del rapporto tra scienza e fede è di sicura attualità sia in ambito "laico" sia in campo cattolico. Ma finora i testi di ispirazione cristiana o anche di scienziati genericamente credenti non affrontano direttamente e in contraddittorio le tesi dei numerosi atei scientisti, i cui libri hanno conosciuto e conoscono un crescente successo editoriale (tra tutti, l'ultimo saggio di Richard Dawkins The God Delusion, tradotto in italiano L'illusione di Dio). Questo testo, invece, si propone di replicare a quegli scienziati e uomini di cultura che ritengono che la scienza abbia confutato l'esistenza di Dio”.

Link SRM





Eventi recenti



Cultura della vita e religione

Un incontro tra filosofi, teologi e scienziati, per discutere di bioetica e confrontare idee e posizioni alla luce delle tre grandi religioni monoteiste. Cristiani, ebrei e musulmani hanno dialogato sul valore universale della vita umana. L'evento, organizzato dalla Cattedra UNESCO in Bioetica e Diritti Umani e dal Master in Scienza e Fede dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, si è svolto a Gerusalemme il 13 dicembre scorso, presso il Pontifical Institute Notre Dame of Jerusalem Center.

Pubblichiamo alcune immagini e un breve resoconto dell'evento.

Link SRM



Bioetica, legge e religione nei problemi di fine vita

Questo il titolo del secondo incontro organizzato al Pontifical Institute Notre Dame of Jerusalem Center dalla Facoltà di Bioetica dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum (Roma) e dalla FIBIP (Federazione Internazionale di Centri e Istituti di Bioetica di Ispirazione Personalista).

Anche in questo caso pubblichiamo notizie sull'evento.

Link SRM




Prossimi Eventi



La Pontificia Accademia delle Scienze e il rapporto scienza-fede

Conferenza di Mons. Marcelo Sánchez Sorondo, Cancelliere della Pontificia Accademia delle Scienze, per il corso Scienza e Religione del Master in Scienza e Fede (Facoltà di Filosofia) dell'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum.

Martedi 22 dicembre 2009, dalle ore 15.30 alle ore 17.00

Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, Roma – Aula Magna

Link conferenza - Master in Scienza e Fede



Chi è l’uomo della Sindone? La parola della scienza e della fede

Conferenza di P. Rafael Pascual, L.C., Decano della Facoltà di Filosofia e Direttore del Master in Scienza e Fede dell'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, nell'ambito del modulo La questione dei miracoli del Master in Scienza e Fede.

Martedi 22 dicembre 2009, dalle ore 17.10 alle ore 18.40

Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, Roma – Aula Magna

Link conferenza - Master in Scienza e Fede



La teologia nel tempo dell’evoluzione

XX Corso di aggiornamento per docenti di teologia, organizzato dall'ATI - Associazione Teologica Italiana, che quest'anno ha scelto questo tema in particolare per la coincidenza con le celebrazioni per il bicentenario della nascita di Charles Darwin e per il 150mo anniversario della pubblicazione della sua opera L’origine delle specie.

Dal comunicato ufficiale dell'evento:

“La teologia, in ascolto delle domande della scienza, non può limitarsi alla pura apologia della sua identità o ad un lodevole sforzo di mediazione, ma deve attrezzarsi per un dialogo rigoroso e coraggioso, capace di raccogliere la sfida di quanti, per strade diverse, sono alla ricerca della sua stessa verità, senza pregiudizi, senza arroganza e senza pretesi e ingiustificabili monopoli”.

Dal 28 al 30 dicembre 2009, presso il Torre Rossa Park Hotel (ex “Domus Pacis”), via di Torre Rossa, 94 – 00165 Roma

Informazioni: Segreteria dell'Associazione Teologica Italiana, via del Seminario, 29 - 35122 Padova, Tel.: 049-2950811; 049-2950811; segreteria@teologia.it

Link ATISIR




 

Contacts SRM:

pcentofanti@gmail.com

info@srmedia.org

0039-3386284135

skype: paolo.centofanti

www.srmedia.org

www.srmediait.blogspot.com

www.srmedia.blogspot.com

 




 




Copyright (c) 2000-2009   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2019 by DotNetNuke Corporation