Ricerca  
martedì 12 novembre 2019 ..:: Newsletter » SRM Newsletter gennaio 2010 » SRM Newsletter n. 128 ::..   Login
Il sito www.srmedia.org è stato migrato dal 2010 al nuovo sito www.srmedia.info Sul presente sito non vi sono utenti attivi né precedentemente registrati, e non è più possibile registrarsi Privacy Policy Chi siamo L’indirizzo del nostro sito web è: http://www.srmedia.org. Come abbiamo già specificato, è stato migrato dal 2010 al nuovo sito www.srmedia.info Quali dati personali raccogliamo e perché li raccogliamo Commenti: non è possibile lasciare commenti su questo sito Media: non potete caricare immagini o video su questo sito. Le immagini caricate precedentemente non contengono informazioni sulla posizione. Modulo di contatto Cookie Non è possibile lasciare commenti o accedere con account su questo sito. Non è possibile caricare o modificare articoli su questo sito. Contenuto incorporato da altri siti web: su questo sito non vi sono contenuti incorporati (ad esempio video, immagini, articoli, ecc.) da altri siti web. Analytics Con chi condividiamo i tuoi dati Per quanto tempo conserviamo i tuoi dati Non è possibile inserire commenti a pagine o articoli di questo sito web. Gli utenti non possono registrarsi al nostro sito web. Non esistono informazioni personali su utenti, perché non vi sono utenti registrati. Gli amministratori del sito web non possono quindi vedere e modificare informazioni su eventuali utenti, perché non previsti su questo sito web. Quali diritti hai sui tuoi dati: Non vi sono account, né quindi dati personali su questo sito. Dove spediamo i tuoi dati: non spediamo dati di alcun tipo. Le tue informazioni di contatto pcentofanti@gmail.com Informazioni aggiuntive Come proteggiamo i tuoi dati Quali procedure abbiamo predisposto per prevenire la violazione dei dati Da quali terze parti riceviamo dati Quale processo decisionale automatizzato e/o profilazione facciamo con i dati dell’utente Requisiti di informativa normativa del settore

25 gennaio 2010


La negazione di Dio sfigura la libertà della persona umana, ma devasta anche la creazione

Questo uno dei punti di maggior rilievo del discorso di Papa Benedetto XVI ai membri del Corpo Diplomatico accreditato presso la Santa Sede, durante l'udienza tenuta per loro l'11 gennaio.

Per il Pontefice, che ha citato la sua recente enciclica Caritas in veritate, è la “mentalità corrente egoistica e materialistica, dimentica dei limiti propri a ciascuna creatura”, che ha determinato le attuali crisi economiche e sociali, ma anche quelle ambientali, e “questa stessa mentalità minaccia anche il creato”.

Per questa ragione, “la salvaguardia del creato non risponde in primo luogo ad un'esigenza estetica, ma anzitutto a un'esigenza morale, perché la natura esprime un disegno di amore e di verità che ci precede e che viene da Dio”.

Link SRM, cortesia L'Osservatore Romano



Caritas in veritate: “l’enciclica della responsabilità”

Il Presidente dello IOR, Ettore Gotti Tedeschi, traccia su Tempi una analisi dell'enciclica che Papa Benedetto XVI ci ha donato in un periodo di crisi su più fronti, economico, sociale, morale, ambientale; un “periodo di dilagante dottrina nichilista che confonde l’uomo rifiutando ogni valore e verità oggettiva, che lo ha portato persino a pensare che la crescita della natalità sia un errore che produce povertà”, e in cui da una parte “si tenta di convincerci che è opportuno relativizzare la nostra fede per non compromettere i rapporti con le altre religioni e offendere i fedeli di altre fedi”, mentre dall'altra “si cerca di convincerci che la scienza è ormai pronta a risolvere tutti i nostri problemi fisici e persino morali, se non fosse che la nostra religione lo impedisce insistendo sulla sacralità dell’uomo”.

Il Pontefice ci ha fatto dono della Caritas in veritate per spiegarci “di cosa ha realmente bisogno l’uomo e cosa è il suo sviluppo integrale”; e per farci comprendere “perché è pericoloso riconoscere autonomia morale alle scienze, economiche incluse”, ci ricorda che “se la vita non ha un suo senso, il senso della Creazione”, è inutile pensare che possano avere invece un senso strumenti quali l'economia o la tecnologia, e che possano “produrre pertanto risultati veri per l’uomo”.

Link Tempi




Mons. Bruno Forte: le possibilità della scienza non coincidono con l'etica

Ripensare il rapporto tra uomo, natura e Dio Creatore.

Questa, per Mons. Bruno Forte, Arcivescovo di Chieti-Vasto, una delle possibilità per superare le attuali crisi ambientali e sociali, per difendere il creato e per recuperare una dimensione autentica della fede, dell'esistenza umana, della relazione con Dio.

Il mito della neutralità della scienza”, ha spiegato Mons. Forte all'incontro della Commissione tra Chiesa Cattolica e Gran Rabbinato d'Israele, era basato sul pretestuoso e irragionevole annullamento “della distinzione fra ciò che è tecnicamente possibile all'uomo e ciò che gli è eticamente consentito”.

Un mito che si è però “rivelato distruttivo e alienante proprio nei risvolti etici, sociali ed ecologici dei suoi risultati”.

Consapevoli di questo, e senza cadere nel frequente opposto errore di considerare la natura stessa divina, oggi dobbiamo comprendere che la natura “è creatura, come lo è l'uomo”, e “proprio in quanto oggetto dell'amore creatore del Dio dell'alleanza”, ha una sua propria “dignità altissima”.

L'uomo è quindi chiamato non ad un “rapporto esclusivo uomo-natura, interpretato nella forma dello sfruttamento e del dominio”, ma ad una “relazione articolata fra l'universo creaturale”, l'essere umano, e “l'unico Creatore e Signore del cielo e della terra”.

Link SRM (cortesia L'Osservatore Romano)



Jean-Luc Marion: “La scienza non è più la verità assoluta come si è voluto far credere”

In una intervista per La Croix, quotidiano cattolico francese, il filosofo Jean-Luc Marion spiega che “siamo giunti ad un punto chiave della riflessione sul legame tra fede e ragione”, che nella cultura contemporanea “la frontiera tra il razionale e il non razionale non ha più nulla di evidente” e che “la scienza non è più la verità assoluta come si è voluto far credere” in passato. Quello che siamo stati abituati a definire “progresso scientifico”, per Marion oggi può quindi prendere “l’aspetto di una minaccia, come ha dimostrato a tutti la crisi ecologica”.

In questo situazione culturale di “inquietudine razionale”, i cristiani sono quindi chiamati ad assumere un proprio ruolo peculiare, perché “qualificati per salvaguardare la ragione, perché il loro Dio non è un Dio dell’onnipotenza irrazionale, bensì il Dio del logos”.

Link Radio Vaticana - SIRLa Croix



Libri


L'origine delle specie di Charles Darwin

A cura di: Giuliano Pancaldi

Perché ripubblicare oggi un testo così conosciuto, e nella sua prima versione? Per Pancaldi una tale operazione culturale oggi è possibile e doverosa, attraverso una nuova traduzione e alla luce delle scoperte storiche sugli studi di Darwin e delle conferme/disconferme scientifiche mostrate dalla ricerca dal 1859 ad oggi. Nella prefazione ci spiega anche che Darwin, pur invitato da numerosi pensatori atei, non accettò mai di schierarsi su posizioni ateiste, né soprattutto di giustificarle con la propria teoria.

Inoltre, ci mostra che “come la rivoluzione copernicana aveva sottratto la terra dal suo posto immobile al centro dell'universo, così la rivoluzione darwiniana avrebbe portato al superamento del concetto della fissità delle specie, mostrando come tutte le forme viventi si sono evolute – e continuano a evolversi – le une dalle altre attraverso il meccanismo completamente naturale della selezione del più adatto” (dalla scheda del libro).

ISBN: 8817026468 ISBN 13: 9788817026468

Link BUR





God and Physics

The Ian Ramsey Center 2010 Conference

Lo Ian Ramsey Center e l'International Society for Science and Religion, promuovono per il 2010 il congresso internazionale God and Physics, che celebrerà anche l'ottantesimo compleanno del Prof. John Polkinghorne e il suo lavoro di ricerca nella fisica teorica, nella teologia e nel rapporto tra scienza e fede.

Uomo di fede e di scienza, Polkinghorne si è occupato di fisica delle particelle elementari; a lui si devono importanti studi sui quark.

Nel 1982 è divenuto sacerdote anglicano; come fisico e come teologo ha insegnato nelle più prestigiose università britanniche, tra cui Cambridge ed Oxford.

Tra i suoi libri più famosi, citiamo Credere in Dio nell'età della scienza e Quark, caos e cristianesimo. Domande a scienza e fede. Attualmente è codirettore dello Psychology and Religion Research Group presso l'Università di Cambridge.

L'evento si svolgerà dal 7 al 10 luglio, presso l’Università di Oxford e prevede gli interventi di Nancy Cartwright (London School of Economics); Chris Isham, (Imperial College di Londra); Philip Clayton (Claremont University); Fraser Watts (Cambridge University); Robert J. Russell (CTNS, Berkeley University); Nicholas Saunders (London University); Keith Ward (Oxford University); Michael Welker (Heldelberg University).

La scadenza per i call for papers, per eventuali interventi, è il 1 marzo 2010.

Link SRMevento, pdf - evento, IRC - IRC - ISSR




Eventi recenti


Darwin e Dunant. Dalla vittoria del più forte alla sopravvivenza del più debole?

Tavola rotonda organizzata a Figline Valdarno dall'associazione Amici del Cuore, con il patrocinio del Comune. Sono intervenuti tra gli altri Enzo Gallori, docente di Astrobiologia e Genetica dell’Università di Firenze, Alfredo Zuppiroli, Presidente della commissione Bioetica della Regione Toscana, Padre Costanzo Baracchini, teologo, e il prof. Fabio Bertini, docente di Storia contemporanea.

Link MET



Tra Possibile e Immaginario

Festival delle Scienze 2010

Anche quest'anno, dal 13 al 19 gennaio scorsi, si è ripetuto il consueto appuntamento con il Festival delle Scienze, organizzato all'Auditorium di Roma.

Tra gli eventi segnaliamo in particolare:

- il dibattito Alle origini della tecnologia: da Homo habilis a Homo sapiens, tra i biologi Gianfranco Biondi ed Olga Rickards;

- La filosofia della tecnologia. Dialogo con Marten Franssen, Gert-Jan Lokhorst, Mauro Dorato;

- Cyberetica. L'etica nel mondo della tecnologia. Conferenza con Terry Bynum, Giuseppe O. Longo, James H. Moor, Gianmarco Veruggio;

- Esiste la Tecnoscienza? Dialogo con Luigi Luca Cavalli-Sforza, Enrico Bellone, Telmo Pievani.

Link Evento, Auditorium



Come e perché ragione e fede devono dialogare tra loro

Un pomeriggio culturale, dedicato principalmente agli studenti, sul rapporto tra religione e scienza, presso il Collegio Sant'Alessandro di Bergamo. L'evento si è svolto lo scorso 22 gennaio, con una conferenza del prof. Angelo Marchesi.

Link Eco di Bergamo



Un simposio tra evoluzione e creazione

Il dibattito scienza-fede, pure ad alti livelli culturali e intellettuali, può esprimersi anche al di fuori degli ambiti più strettamente accademici, o più formali come una conferenza o un convegno.

L'evento a cui hanno dato vita lo scorso 21 gennaio Mons. Fiorenzo Facchini e il prof. Giuliano Pancaldi è stato infatti un simposio, organizzato dal Rotary di Bologna e che ha visto gli interventi dei due illustri studiosi, il confronto tra le reciproche posizioni e infine un successivo dibattito con altri pensatori ed ospiti presenti; un momento conviviale ha chiuso la serata, che ha mostrato ancora una volta come, su basi di disponibilità al dialogo e rispetto delle reciproche posizioni, il dialogo tra credenti ed agnostici su questioni come il rapporto tra teorie evolutive e religione, non solo sia possibile, ma possa anche portare a nuove basi di comprensione e di definizione delle proprie ed altrui visioni filosofiche e di interpretazione della vita e della scienza.

Link SRM



Scienza e Fede

Il dibattito sul rapporto tra fede e scienza organizzato a Verona il 20 gennaio scorso, ha coinvolto il vescovo Giuseppe Zenti e l'astrofisica Margherita Hack in un confronto serrato, che ha suscitato l'interesse degli spettatori dell'Auditorium dove si è svolto, e di coloro che hanno seguito l'evento in televisione.

Due posizioni in dialogo, ma oggettivamente poco conciliabili: la fede in Dio e la fiducia di principio nella scienza per il vescovo Zenti; un ateismo dichiarato per la professoressa Hack; elementi che hanno reso il dibattito davvero vivace, per quanto non sopra le righe.

Link Il Giornale - L'ArenaNewNotizie


L'uomo e l'Universo. Da dove veniamo, cosa siamo, verso quale futuro andiamo?

Conferenza del Prof. Luciano Lanotte, ordinario di Fisica Generale alla Facoltà di Ingegneria dell'Università Federico II di Napoli. L'evento fa parte del ciclo di incontri Scienza e Fede alle Frontiere della Conoscenza, organizzati a Tuoro dall'Associazione Nazionale S. Paolo Italia, l'Oratorio S. Stefano e la locale parrocchia.

Link Caserta News






Prossimi Eventi

Scegliere razionalmente

Un convegno organizzato dal Servizio Nazionale per il Progetto Culturale della Conferenza Episcopale Italiana e dall'Area di ricerca interdisciplinare SEFIR - Scienza e Fede sull’Interpretazione del Reale, nell'ambito dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose Ecclesia Mater della Pontificia Università Lateranense.

Sono previsti gli interventi, tra gli altri, di Giuseppe Acocella, vice presidente CNEL; Francesco Miano (Università di Roma Tor Vergata); Alberto Laurenti (Università Campus Bio-Medico di Roma); Giandomenico Boffi, Direttore SEFIR; Gennaro Cicchese, Segretario SEFIR; Giuseppe Lorizio, Preside Ecclesia Mater.

Venerdi 29 gennaio, nella sessione pomeridiana, si svolgerà anche la cerimonia ufficiale per il Premio SEFIR 2009 e verrà presentata la rivista scientifica Anthropologica.

Dal 28 al 30 gennaio 2010, presso la Pontificia Università Lateranense, Città del Vaticano; P.zza san Giovanni in Laterano, 4

Per informazioni: Ecclesia Mater, Pontificia Università Lateranense; Piazza San Giovanni in Laterano n. 4; 00184 – Roma

Tel. 06-69886298; 06-69886298; fax 06-69886280;

ecclesiamater@vicariatusrubis.org

Link sito web: www.ecclesiamater.org



Le vie dell’evoluzione e la domanda su Dio

Conferenza pubblica organizzata dall'Istituto Veritatis Splendor di Bologna, nell'ambito di un seminario di studio a porte chiuse che si svolgerà dal 5 al 6 febbraio 2010, e che vede la presenza di scienziati, teologi, filosofi, studiosi, sia credenti che su posizioni più agnostiche.

La conferenza, introdotta e moderata da Mons. Fiorenzo Facchini, coinvolgerà il prof. Simon Conway Morris (Cambridge University) e il prof. Jean-Michel Maldamé (Institut Catholique de Toulouse). Nell'ambito della settimana di studi per specialisti, vuole essere un momento di pubblico dibattito e di condivisione con studiosi, giornalisti e comunicatori interessati ai temi dell'evoluzione e del rapporto tra teorie evolutive e la fede in Dio. L'evento è patrocinato dall'Università degli Studi di Bologna, dal Pontificio Consiglio della Cultura e dal Master in Scienza e Fede dell'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum.

Conferenza: 5 febbraio 2010, ore 21.00

Istituto Veritatis Splendor, via Riva di Reno, 57; 40122 Bologna

Per informazioni: tel. 051-6566211; fax 051-6566260

Link conferenza, SRM - Istituto Veritatis Splendor



Birds in the Development of Darwin's Theories on Evolution

Il Museo della Michigan State University, affiliato alla Smithsonian Institution, presenta in questa mostra una analisi del ruolo e dell'importanza dello studio degli uccelli per la definizione della teoria evolutiva e della selezione naturale, sviluppata da Darwin al termine del suo viaggio esplorativo con il brigantino Beagle.

La rassegna apre ufficialmente il 24 gennaio prossimo, per concludersi nel mese di giugno 2010.

Link MSU NewsMSU Museum




 

Contacts SRM:

pcentofanti@gmail.com

info@srmedia.org

0039-3386284135

skype: paolo.centofanti

www.srmedia.org

www.srmediait.blogspot.com

www.srmedia.blogspot.com

 







Copyright (c) 2000-2009   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2019 by DotNetNuke Corporation