Ricerca  
giovedì 21 novembre 2019 ..:: Newsletter » SRM Newsletter Aprile 2010 » SRM Newsletter n. 134 ::..   Login
Il sito www.srmedia.org è stato migrato dal 2010 al nuovo sito www.srmedia.info Sul presente sito non vi sono utenti attivi né precedentemente registrati, e non è più possibile registrarsi Privacy Policy Chi siamo L’indirizzo del nostro sito web è: http://www.srmedia.org. Come abbiamo già specificato, è stato migrato dal 2010 al nuovo sito www.srmedia.info Quali dati personali raccogliamo e perché li raccogliamo Commenti: non è possibile lasciare commenti su questo sito Media: non potete caricare immagini o video su questo sito. Le immagini caricate precedentemente non contengono informazioni sulla posizione. Modulo di contatto Cookie Non è possibile lasciare commenti o accedere con account su questo sito. Non è possibile caricare o modificare articoli su questo sito. Contenuto incorporato da altri siti web: su questo sito non vi sono contenuti incorporati (ad esempio video, immagini, articoli, ecc.) da altri siti web. Analytics Con chi condividiamo i tuoi dati Per quanto tempo conserviamo i tuoi dati Non è possibile inserire commenti a pagine o articoli di questo sito web. Gli utenti non possono registrarsi al nostro sito web. Non esistono informazioni personali su utenti, perché non vi sono utenti registrati. Gli amministratori del sito web non possono quindi vedere e modificare informazioni su eventuali utenti, perché non previsti su questo sito web. Quali diritti hai sui tuoi dati: Non vi sono account, né quindi dati personali su questo sito. Dove spediamo i tuoi dati: non spediamo dati di alcun tipo. Le tue informazioni di contatto pcentofanti@gmail.com Informazioni aggiuntive Come proteggiamo i tuoi dati Quali procedure abbiamo predisposto per prevenire la violazione dei dati Da quali terze parti riceviamo dati Quale processo decisionale automatizzato e/o profilazione facciamo con i dati dell’utente Requisiti di informativa normativa del settore

10 aprile 2010


Papa Benedetto XVI: “c'è amicizia tra scienza e fede”

Il Santo Padre lo ha affermato durante l'udienza di mercoledì 24 marzo, presentando la figura di Sant'Alberto Magno, il quale “ci ricorda che tra scienza e fede c'è amicizia, e che gli uomini di scienza possono percorrere, attraverso la loro vocazione allo studio della natura, un autentico e affascinante percorso di santità”.

Il suo è un insegnamento valido ancora oggi, a secoli di distanza, particolarmente nel mostrarci che “tra fede e scienza non vi è opposizione, nonostante alcuni episodi di incomprensione che si sono registrati nella storia”, e nel dimostrare personalmente che “un uomo di fede e di preghiera, quale fu sant'Alberto Magno, può coltivare serenamente lo studio delle scienze naturali e progredire nella conoscenza del micro e del macrocosmo, scoprendo le leggi proprie della materia, poiché tutto questo concorre ad alimentare la sete e l'amore di Dio”, perché le stesse Scritture, spiega il Pontefice, ci parlano “della creazione come del primo linguaggio attraverso il quale Dio - che è somma intelligenza, che è Logos - ci rivela qualcosa di sé. Il libro della Sapienza, per esempio, afferma che i fenomeni della natura, dotati di grandezza e bellezza, sono come le opere di un artista, attraverso le quali, per analogia, noi possiamo conoscere l'Autore del creato (cfr. Sap. 13, 5)”.

Link SRM (cortesia L'Osservatore Romano)





Il Premio Templeton 2010 al Prof. Francisco J. Ayala

Il Premio, istituito da Sir John Templeton nel 1971, viene attribuito ogni anno a studiosi e personalità del mondo della cultura che sia siano particolarmente distinte per il loro contributo nell' “affermare la dimensione spirituale dell'esistenza” (dal sito). Biologo e genetista di fede cattolica, Ayala è da sempre impegnato nel dimostrare come le teorie evolutive e lo studio delle evidenze biologiche e genetiche dei viventi siano compatibili e armonizzabili con la fede in un Dio Creatore e con la religione stessa.

John M. Templeton Jr., presidente e chairman della John Templeton Foundation, ha affermato che “la chiara voce di Ayala sui temi del rapporto tra scienza e fede richiama la convinzione della Fondazione, che l'evoluzione della mente e la ricerca realizzata con una mente veramente aperta possono guidarci ad un reale progresso spirituale nel nostro mondo”.

La Fondazione Templeton è stato voluta da suo padre, Sir John Templeton, imprenditore, finanziere e filantropo, scomparso nel 2008, per sostenere progetti, iniziative e studiosi impegnati in attività di ricerca su alcune tra le più grandi questioni dell'esistenza umana come il rapporto della scienza con la fede, la libertà e la libera impresa, la genetica.

Link Sir John Templeton Foundation - Templeton PrizeThe Inquirer





Tra scoperte e ipotesi: un nuovo ominide e dobbiamo riscrivere la storia?

Può bastare una falange per dover rivedere la storia dell'evoluzione umana e dei primati; oppure no? Certamente, la scoperta pubblicata da Nature alcuni giorni fa, apre nuovi scenari: un nuovo ominide, che sarebbe vissuto tra la Siberia e la Mongolia, circa 40mila anni fa.

La falange di un individuo di tale popolazione è stata infatti ritrovata in una grotta sui monti Altai, e per Johannes Krause, ricercatore presso l'Istituto Max Planck di Lipsia, dalle analisi del DNA si è potuto concludere che non si tratterebbe né di un Neanderthal, né di un Homo sapiens, ma di una possibile terza linea evolutiva da un progenitore comune, una differente specie di ominide.

Non tutti gli studiosi sono concordi con l'ipotesi, che comunque potrebbe aprire un nuovo interessante capitolo nella storia della specie umana e della sua evoluzione.

Link Nature





L'Ominide di Denisova? Le reazioni

Le reazioni e le ipotesi della comunità scientifica alla possibile scoperta dell'Ominide di Denisova (questo il nome attribuito all'ipotetico nuovo ominide) non sono concordi, e sembrano però maggiormente orientate ad un atteggiamento prudente di attesa e di valutazione sospensiva.

Se infatti, secondo Terence Brown, nel caso in cui la scoperta fosse confermata, “saremo costretti a riconsiderare la storia della recente colonizzazione umana dell'Eurasia” (Nature), per Mons. Fiorenzo Facchini le analisi genetiche non sarebbero decisive e anche dopo averle completate non si potrà prescindere dalle conclusioni di accurate indagini archeologiche nell'area del ritrovamento e degli insediamenti individuati.

E lo stesso direttore del Dipartimento di Genetica dell'Istituto Max Planck, il prof. Svante Paabo, non azzarda valutazioni prima che gli studi genetici sui tessuti della falange siano conclusi.

Link NatureGalileoCorriere della Sera



Presentata ufficialmente l'ostensione della Sindone

A pochi giorni dall'apertura dell'ostensione ufficiale, l'evento è stato ufficialmente presentato, nei giorni scorsi, presso la Sala Stampa Vaticana.

Il Card. Severino Poletto, custode pontificio della Sindone, ha sottolineato la necessità di considerare l'ostensione come una grande opportunità spirituale e religiosa: “ci tengo a dire – ha affermato - che l’ostensione della Sindone non è un fatto di turismo religioso, ma è un’iniziativa spirituale, pastorale”.

Poletto si è dichiarato consapevole che “la Sindone di Torino è oggetto di tanta curiosità scientifica e storica, di tanti studi che si risolveranno se riusciranno a risolverli” anche perché “resta sempre un grande mistero come si sia formata quest’impressionante immagine di un uomo crocifisso”, in cui “riusciamo a leggere tutti i tratti, tutti i particolari della Passione di Gesù così come sono descritti dai Vangeli”.

Ha anche chiarito come la fede cattolica non sia basata sul Sacro Telo, ma “sul Vangelo e sulla testimonianza degli Apostoli che hanno annunciato Gesù Cristo come unico Salvatore del mondo, crocifisso ma soprattutto risorto”.

Link Radio VaticanaASCA


Libri

Darwin, Teilhard De Chardin e gli altri …

Le tre teorie dell'evoluzione

Di Ludovico Galleni

Il nuovo libro del prof. Ludovico Galleni, docente di Zoologia generale ed Etica Ambientale presso la Facoltà di Agraria dell’Università di Pisa, propone un excursus tra le tre teorie principali che oggi possono spiegare, o tentare di farlo, i meccanismi del cammino evolutivo dei viventi.

Nel volume, pubblicato da Felici Editore, Galleni spiega che se “l'evoluzione come risultato di una ricerca di tipo storico è ormai altrettanto provata quanto lo è l'esistenza dell'impero romano, altra cosa sono le teorie che ne spiegano i meccanismi”. E confrontando le attuali ipotesi ufficiali, propone una possibile unificazione tra di esse nella Teoria della Biosfera, “che si deve al genio scientifico del paleontologo e geologo francese Pierre Teilhard de Chardin, il gesuita proibito, fino ad oggi noto per la sua affascinante sintesi tra scienza e fede” e che fu un “precursore delle teorie evolutive del terzo millennio”

I testi sono tratti dalla scheda del libro.

Link Libreria Universitaria



Eventi recenti


La Sindone, Testimone di una Presenza

Una conferenza della professoressa Emanuela Marinelli, il 27 marzo scorso.

Organizzato dall'Istituto Superiore di Scienze Religiose Mons. Raffaele Pellecchia di Castellammare di Stabia e dall’Opera Diocesana Pellegrinaggi in preparazione alle celebrazioni per la prossima ostensione ufficiale di Torino, l'evento si è svolto presso il Museo Diocesano di Castellammare di Stabia, che ospita importanti reperti archeologici del periodo imperiale e di epoca cristiana, dal periodo paleocristiano in poi.

Link Il Gazzettino vesuvianoStabia Channel



Prossimi Eventi


Convegno Internazionale

Commemorazione di Padre Stanley L. Jaki, OSB

Nel primo anniversario della sua morte

Il 7 aprile 2009 il mondo della cultura, della scienza e della ricerca filosofica perdeva P. Stanley Jaki, una delle più importanti e singolari figure nell'ambito dell'analisi del rapporto tra scienza e fede.

Laureato in fisica e teologia, era stato insignito del prestigioso Templeton Prize nel 1987; P. Jaki era membro onorario della Pontificia Accademia delle Scienze, membre correspondant dell’Accademia Nazionale di Scienze, Lettere e Arti di Bordeaux, e nel 1970 aveva ricevuto il premio Lecomte du Nouy.

Per ricordarlo, il Master in Scienza e Fede dell'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum promuove questo convegno internazionale, che vede la partecipazione, tra gli altri, di Mons. Marcelo Sánchez Sorondo, Cancelliere della Pontificia Accademia delle Scienze; di P. Pedro Barrajón, LC, rettore dell'Ateneo; del Prof. Don Paul Haffner (APRA); del Prof. Jacques Vauthier (Università di Parigi).

Martedì 13 aprile 2010, dalle ore 09.00 alle ore 18.00, presso l'Aula Master dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, via degli Aldobrandeschi, 190 - 00163 – Roma.

Link evento, SRM - evento, UPRA - programma (pdf)




La Sindone, dono e profezia

Una mostra organizzata dalla Casa Francescana Sant’Antonio di Padova, con la collaborazione dell'Unione Cattolica Stampa Italiana - sezione di Caltanissetta, della rivista Settegiorni, della Fraternità Francescana del Volto Santo, del Museo del Cinema di Siracusa.

La rassegna verrà inaugurata a don Giuseppe Fausciana in coincidenza con l'apertura dell’ostensione ufficiale, il 10 aprile prossimo.

Link Corriere di GelaTg10




Is Religion Natural?

Questo il titolo della XIII Conferenza Europea su Scienza e Teologia organizzata ad Edinburgo dalla European Society for the Study of Science And Theology (ESSSAT) e dal Science Religion Forum (SRF).

L'evento, che si propone di analizzare il modo in cui la mente ci dispone o predispone verso la religione e la religiosità in generale, prevede interventi di teologi, scienziati e filosofi, e si svolgerà dal 7 all'11 aprile 2010 presso la School of Divinity dell'Università di Edinburgo. Oltre alle cinque lezioni di altrettanti studiosi, sono previsti interventi programmati e dibattiti.

Partecipano: Justin Barrett, professore di Psicologia Cognitiva ad Oxford; Ilkka Pyysiäinen, professore di Religioni Comparate ad Helsinki; Mona Siddiqui, professore a Glasgow in Studi Islamici; Christophe Schwöbel, professore a Tübingen di Teologia Sistemica; Lluis Oviedo, professore di Antropologia Teologica a Roma.

Informazioni:

The School of Divinity, University of Edinburgh (UK); New College, Mound Place, Edinburgh, EH1 2LX, UK

Scientific Programme Officier: Dr Taede A. Smedes, programme@esssat.org

Segreteria: Dr. Marie Vejrup Nielsen, secretary@esssat.org

Ufficio Registrazioni: Alison Spurway, registration@esssat.org

Link sito web http://www.esssat.org/



Scienza a Seveso

Esplorando i limiti del mondo

Un ciclo di quattro conferenze sulle imprese scientifiche, promosso dall'Associazione Euresis, dall'Associazione Don Mezzera e dalla Fondazione Lombardia per l'Ambiente, con la collaborazione della Cooperativa Sociale Pier Giorgio Frassati e il Patrocinio dell'Unione del Commercio, del Turismo, dei Servizi e delle Professioni della Provincia di Milano, e della Città di Seveso.

Programma:

12 marzo: L'acceleratore di particelle LHC del CERN di Ginevra

26 marzo: L'Avventura del Satellite Planck

9 aprile: Alle Colonne d'Ercole

16 aprile: Toccare e vedere gli atomi

Link Euresisevento, pdf



Contacts SRM:

pcentofanti@gmail.com

info@srmedia.org

0039-3386284135

skype: paolo.centofanti

www.srmedia.org

www.srmediait.blogspot.com

www.srmedia.blogspot.com


Copyright (c) 2000-2009   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2019 by DotNetNuke Corporation