Ricerca  
domenica 15 settembre 2019 ..:: Newsletter » SRM Newsletter Luglio 2010 » SRM Newsletter n. 145 ::..   Login
Il sito www.srmedia.org è stato migrato dal 2010 al nuovo sito www.srmedia.info Sul presente sito non vi sono utenti attivi né precedentemente registrati, e non è più possibile registrarsi Privacy Policy Chi siamo L’indirizzo del nostro sito web è: http://www.srmedia.org. Come abbiamo già specificato, è stato migrato dal 2010 al nuovo sito www.srmedia.info Quali dati personali raccogliamo e perché li raccogliamo Commenti: non è possibile lasciare commenti su questo sito Media: non potete caricare immagini o video su questo sito. Le immagini caricate precedentemente non contengono informazioni sulla posizione. Modulo di contatto Cookie Non è possibile lasciare commenti o accedere con account su questo sito. Non è possibile caricare o modificare articoli su questo sito. Contenuto incorporato da altri siti web: su questo sito non vi sono contenuti incorporati (ad esempio video, immagini, articoli, ecc.) da altri siti web. Analytics Con chi condividiamo i tuoi dati Per quanto tempo conserviamo i tuoi dati Non è possibile inserire commenti a pagine o articoli di questo sito web. Gli utenti non possono registrarsi al nostro sito web. Non esistono informazioni personali su utenti, perché non vi sono utenti registrati. Gli amministratori del sito web non possono quindi vedere e modificare informazioni su eventuali utenti, perché non previsti su questo sito web. Quali diritti hai sui tuoi dati: Non vi sono account, né quindi dati personali su questo sito. Dove spediamo i tuoi dati: non spediamo dati di alcun tipo. Le tue informazioni di contatto pcentofanti@gmail.com Informazioni aggiuntive Come proteggiamo i tuoi dati Quali procedure abbiamo predisposto per prevenire la violazione dei dati Da quali terze parti riceviamo dati Quale processo decisionale automatizzato e/o profilazione facciamo con i dati dell’utente Requisiti di informativa normativa del settore


18 luglio 2010


Passa attraverso il CERN e il Gran Sasso la ricerca che ci svelerà i segreti dell'Universo

In un articolo sul Corriere della Sera il premio Nobel Carlo Rubbia parla dell’esperienza del CERN di Ginevra, in particolare con l’LHC, e dei Laboratori del Gran Sasso negli studi scientifici sulle particelle, degli attuali progetti di ricerca e dei risultati già raggiunti, in collegamento con gli esperimenti realizzati con satelliti e con altri progetti, tutti finalizzati ad un unico obiettivo: svelare i segreti dell’universo.

Oggi, scrive Rubbia, sappiamo che “la stragrande maggioranza dei costituenti dell'universo è invisibile, e cioè oscura, osservabile solo indirettamente attraverso effetti indotti”, e che “il più antico oggetto visibile è la radiazione elettromagnetica del fondo cosmico proveniente dalla più antica fase dell’universo”. Una fase che è stata recentemente fotografata dai satelliti, risalendo fino ad appena 300.000 anni dopo il Big Bang. E se “in quel momento iniziale – spiega - una delle straordinarie caratteristiche è l'estrema uniformità dell’immagine dell’universo raccolta su tutta la sfera celeste, con piccolissime fluttuazioni dell’intensità osservata, dell’ordine di alcune parti su 100.000”, oggi constatiamo una “immensa varietà dell'universo”, che “contrasta con l’uniformità di quel momento, quando la susseguente evoluzione era ancora presente solamente in nuce”.

Link Corriere della Sera




La scienza deve essere libera dalla necessità di ricadute pratiche

Nell'ultimo numero di luglio di Vita e Pensiero, il premio Nobel per la chimica Aaron J. Ciechanover, parla della necessità di una scienza svincolata da criteri prettamente utilitaristici ed economici.

Una necessità dovuta non solamente a criteri etici e di libertà di ricerca, quanto anche alla inevitabile casualità, dimostrata costantemente nella storia, di gran parte delle scoperte scientifiche più importanti. Lo scienziato spiega infatti che “la scoperta scientifica è qualcosa che non si può prevedere” e che “oggi tutti chiedono agli scienziati di indagare in direzioni che potrebbero avere delle ricadute concrete”. E mentre “il Governo, i politici, gli stessi scienziati indirizzano se stessi lungo le autostrade dove la ricerca può finire più facilmente applicata”, Ciechanover resta nella ferma opinione che “la direzione della scienza sia una materia un po’ più delicata: non sai mai cosa può esserci dietro un angolo. Quindi l'unico metodo intelligente da seguire è fare della buona scienza. E la buona scienza alla fine dà buoni risultati”.

Link SRM (cortesia L'Osservatore Romano) – Vita e Pensiero



I boomerang di Hitchens

Vi sono modi semplici, asciutti e oggettivi di criticare le posizioni intellettuali altrui. E vi sono modi che finiscono con il danneggiare gli stessi critici, quando si esce dalle linee della dialettica culturale, e si cade negli attacchi personali. Di fatto, è quanto ha realizzato nei giorni scorsi Christopher Hitchens in un articolo pubblicato dal New York Times, ripreso in Italia dal Corriere della Sera.

Hitchens era scandalizzato da alcune affermazioni del Principe Carlo di Inghilterra, che in un discorso presso il Centro per gli Studi Islamici dell’Università di Oxford, aveva in parte attribuito al pensiero di Galileo, e in particolare alla sua affermazione «che non c’è nulla in natura se non quantità e movimento», l’attuale predominio del pensiero meccanicista e materialista.

Una analisi certamente delicata, nonostante abbia fondamenti da un punto di vista filosofico, di antropologia culturale e di storia dello sviluppo culturale, e che come tale dovrebbe o potrebbe essere interpretata dialetticamente, esaminata e contestualizzata.

Hitchens però non fa quasi nulla di tutto questo, e finisce per gettarsi in un attacco personale, più che intellettuale, con argomenti ad hominem per nulla connesse con tali questioni, tesi a screditare la persona, più che le idee. Un attacco così strumentale e materiale che a prescindere dal possibile influsso di Galileo, conferma il materialismo e il relativismo dei nostri tempi.

Link discorso Principe CarloSlate - Corriere della Sera



Libri e Pubblicazioni


Vita del reverendo Padre Athanasius Kircher

È l'edizione italiana dell'autobiografia di P. Athanasius Kircher, scienziato, astronomo e religioso della Compagnia di Gesù, nato nel 1602 a Geisa, in Germania, e morto a Roma nel 1680.

Il libro, tradotto da Flavia De Luca e con una prefazione di Ingrid Rowland e una postfazione di Eugenio Lo Sardo, è stato recentemente pubblicato da La Lepre Edizioni.

Dalla scheda: “Astronomo, matematico, letterato, geologo, musicista, ottico, medico, poliglotta e molto altro, Athanasius Kircher è forse l’ultimo esempio di “uomo universale”, del Rinascimento. L'autobiografia è un racconto colorito degli eventi prodigiosi che hanno segnato la sua vita. Conoscitore della matematica, della geologia e dell'astronomia, padre Kircher era anche dotato di facoltà inventive, come dimostrano la sua macchina calcolatrice, la sua lanterna magica e, in medicina, la sua teoria dei bacilli”.

Link libro



Uni-versum.

Nel mese di maggio è stata presentata a Torino, presso il Salone del Libro, questa nuova rivista culturale quadrimestrale, che si pone l'obiettivo programmatico e dichiarato di continuare la storia culturale della pubblicazione Il futuro dell’Uomo, edita dall'Istituto Stensen a Firenze partire dal 1974 al 2000 e poi a Verona dal 2000 al 2007, per le edizioni Il Segno dei Gabrielli.

Diretta da Luciano Mazzoni e p. Eugenio Costa sj, ha una linea editoriale divulgativa, ed è suddivisa in quattro sezioni. È pubblicata dalle edizioni Edicta di Parma.

Link Parma Daily



Prossimi eventi


Immagini devozionali della Sacra Sindone da Torino alle Langhe albesi

Una mostra fotografica, corredata da numerose stampe e documenti storici, allestita dal comune di Castiglione Falletto e dalla locale Associazione Pro Loco presso la Chiesa di S. Anna.

La rassegna, che documenta il periodo storico dal XVII secolo ad oggi, presenta anche numerosi pannelli tratti dalle fotografie del libro Immagini e culto della Sacra Sindone nella Diocesi di Alba.

Dal 23 luglio al 1 agosto

Link evento




La Santa Sindone tra scienza e fede

Una mostra e una conferenza di P. Gianfranco Berbenni

La conferenza di p. Berbenni, Docente al Master in Scienza e Fede dell'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum (La Scienza e la Teologia di Fronte alla Sindone), inaugurerà il 9 agosto, alle ore 21.00, la mostra fotografica, che espone opere di Lino Salatino, che tra il 1987 e il 1988 realizzò alcune fotografie durante i prelievi dei campioni di tessuto per le analisi con il radiocarbonio 14.

Verranno anche esposte una fotografia a grandezza naturale della Sindone e una gigantografia del volto dell'Uomo della Sindone.

La rassegna, con il patrocinio della provincia di Sondrio, della Comunità Montana Valtellina di Tirano e del Comune di Aprica, si svolge presso il Centro Direzionale di Aprica, Corso Roma 150.

Link evento



La Sindone di Arquata, tra storia e leggenda

Con la presentazione di questo libro, iniziano ad Arquata del Tronto una rassegna di eventi dedicata alla Sindone, e alla copia “estratta dall'originale” conservata nella locale Chiesa di San Francesco dal XVII secolo.

Dall'11 luglio al 2 agosto, sono previsti film, spettacoli teatrali ed eventi culturali.

Link Il Quotidiano



Science, Faith, and Public Policy, and who knows but that you have come to royal position for such a time as this?

Anche quest’anno l’American Scientific Affiliation – ASA organizza il proprio incontro di studi, che riunisce scienziati, filosofi, religiosi, studiosi di varie discipline, per una riflessione su alcuni dei temi della ricerca scientifica di maggiore attualità, e sulle aree di analisi del rapporto tra scienza e religioni.

Politica spaziale, bioetica, ambiente, tecnologie, formazione, sono alcuni degli argomenti che verranno affrontati a Washington dal 30 luglio al 2 agosto, in questa sessantacinquesima edizione.

Tra gli interventi in programma, Jennifer Wiseman (astronoma e Presidente ASA 2010); Richard Cizik (Senior Fellow, United Nations Foundation); Vernon J. Ehlers (House Science Committee); Stanley Bull (Associate Director presso il National Renewable Energy Laboratory).

Dal 30 luglio al 2 agosto 2010 presso l’ASA - American Scientific Affiliation, The Catholic University of America, Washington, DC – U.S.A.

Per informazioni:

Dr. Susan, Program Chair: Danielssusanchandradaniels@gmail.com
Paul Arveson, Local Arrangements Chair:
paul@arveson.com





pcentofanti@gmail.com

info@srmedia.org

0039-3386284135

skype: paolo.centofanti

www.srmedia.org

www.srmediait.blogspot.com

www.srmedia.blogspot.com








Copyright (c) 2000-2009   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2019 by DotNetNuke Corporation